21 luglio 2009

Tour, vince Astarloza con la benedizione del Papa

print-icon
ast

Il vincitore della 16esima tappa del Tour de France, lo spagnolo Mikel Astarloza

Pellizotti ancora beffato. Allo spagnolo la 16ma tappa (159 km, Martigny-Bourg-Saint-Maurice) con il Gran e il Piccolo San Bernardo. Il Pontefice, in vacanza in Val d'Aosta: l'impegno nello sport contribuisca alla crescita integrale della persona

COMMENTA NEL FORUM DI CICLISMO

RIGUARDA LO SPECIALE GIRO D'ITALIA

COSI' IL TOUR IN DIRETTA SU SKY

TUTTE LE TAPPE DEL TOUR CON IL VIDEO

Un veicolo della Astana, la formazione in cui milita Lance Armstrong, è stato fermato e  perquisito al confine tra Francia e Svizzera. Il portavoce del team, Philippe Maertens, ha  comunque dichiarato che nei controlli, durati 3 ore, non sono state rinvenute  sostanze illecite. Ai pedali ora: in grande evidenza il nostro Franco Pellizotti, a tutta birra nel discesone finale verso l'arrivo di Bourg-Saint-Maurice, dopo essere stato anche in fuga nella salita verso il Piccolo San Bernardo. Ma nell'ultimo km lo spagnolo Mikel Astarloza della Euskaltel riesce a fare il buco e vince, beffando l'italiano.

La discesa in picchiata ha visto tra l'altro volare gambe all'aria, per fortuna senza gravi conseguenze, Jens Voigt e Gomez Marchante. Voigt ha però riportato un trauma cranico. Lo ha annunciato la televisione francese. Il ciclista non ha perso conoscenza, ma avrebbe risposto in modo anormale alle domande dei medici. Voigt, che in passato è stato maglia gialla del Tour, è stato trasportato d'urgenza all'ospedale di Bourg-Saint-Maurice.

Pellizotti era sceso a valle (il gruppo maglia gialla più indietro di un minuto circa) in compagnia del belga Van den Broeck, dello spagnolo Astarloza e del francese Moinard. Lo spagnolo, come detto, gli ha negato la soddisfazione di una vittoria di tappa. Al secondo posto (a 6") il francese Sandy Casar, che si aggiudica in volata lo sprint su un gruppetto comprendente Franco Pellizotti, giunto settimo. Dietro a Casar il transalpino Pierrick Fedrigo (Bouygues Telecom), l'irlandese Nicolas Roche (Ag2R), il belga Jurgen Van den Broeck (Silence-Lotto) e il francese Amael Moinard (Cofidis).

Nella classifica generale Alberto Contador, decimo al traguardo davanti a Vincenzo Nibali (Liquigas), è sempre al comando con 1'37" sul compagno di squadra Lance Armstrong. Mercoledì è in programma la 17ma tappa, 169,5 chilometri alpini da Bourg Saint Maurice a Le Grand Bomand con arrivo in discesa dopo cinque Gran Premi della Montagna: Col de Roseland, Col des Saisies, Col d'Araches, Col de Romme e Col de la Colombiere.

Un duro tappone alpino -
Dopo il secondo e ultimo giorno di riposo, la carovana del Tour ha affrontato dunque la sedicesima tappa, 159 km con partenza da Martigny e arrivo a Bourg-Saint-Maurice, scalando subito il colle del Gran San Bernardo dopo soli 5 km di pianura. La tappa è cominciata così, senza respiro, sul tetto del Tour 2009, con i suoi 2.473 d'altitudine. La salita non è fra le più dure, ma è interminabile, con i suoi 40 km che iniziano con un falsopiano e poi diventano sempre più duri fino a raggiungere pendenze che variano fra l'8 e il 10 per cento. Dopo un tratto relativamente pianeggiante in Val d'Aosta, ecco l'altro San Bernardo, il Piccolo, con la sua vetta posta a 2.188 metri.

Il messaggio del Papa - Con la tappa odierna, il Tour de France è transitato in Valle d`Aosta vicino ad Introd, dove il Papa si trova per un periodo di riposo. In tale occasione, Benedetto XVI ha indirizzato ai partecipanti e a tutti gli sportivi un messaggio di saluto e di auguri. Lo ha reso noto il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi. "In occasione del passaggio del Tour de France nella Valle d`Aosta, il Santo Padre - che si trova in questi giorni a Les Combes di Introd - indirizza il suo cordiale saluto a tutti gli atleti e agli organizzatori della corsa - si legge nella nota - e allarga allo stesso tempo il suo pensiero a tutti gli sportivi impegnati in questo periodo in varie attività e competizioni, augurando che l`impegno nello sport contribuisca alla crescita integrale della persona, non sia mai separato dal rispetto dei valori morali e sia attento ai valori educativi".



Ordine d'arrivo sedicesima tappa: 1. Mikel Astarloza (Spa) - Euskaltel-Euskadi 4h14'20"; 2. Sandy Casar (Fra) - FDJeux + 0'06"; 3. Pierrick Fedrigo (Fra) - Bouygues Telecom s.t.; 4. Nicolas Roche (Irl) - AG2R s.t.; 5. Jurgen van den Broeck (Bel) - Silence-Lotto s.t.; 6. Amael Moinard (Fra) - Cofidis s.t.; 7. Franco Pellizotti (Ita) - Liquigas + 0'11"; 8. Stephane Goubert (Fin) - AG2R s.t.; 9. Christophe Moreau (Fra) - Agritubel + 0'59"; 10. Alberto Contador (Spa) - Astana s.t.

Classifica generale: 1. Alberto Contador (Spa) - Astana 67h33'15"; 2. Lance Armstrong (Usa) - Astana + 1'37"; 3. Bradley Wiggins (Gbr) - Garmin-Slipstream + 1'46"; 4. Andreas Kloeden (Ger) - Astana + 2'17"; 5. Andy Schleck (Lux) - Saxo Bank + 2'26"; 6. Vincenzo Nibali (Ita) - Liquigas + 2'51"; 7. Christophe le Mevel (Fra) - FDJeux + 3'09"; 8. Frank Schleck (Lux) - Saxo Bank + 3'25"; 9. Carlos Sastre (Spa) - Cervelo + 3'52"; 10. Christian Vandevelde (Usa) - Garmin-Slipstream + 3'59.

Tutti i siti Sky