Caricamento in corso...
26 luglio 2009

Tour, Parigi si inchina al bis di Re Contador

print-icon
tou

Alberto Contador, primo al Tour de France 2009, ricorda la vittoria del 2007

Passerella finale per il campione spagnolo, che torna vincitore a due anni di distanza. "Ma è stata molto dura". Il compagno di squadra Armstrong al terzo posto. La 21ma tappa a Cavendish, a Pellizotti la maglia a pois. GUARDA IL VIDEO

COMMENTA NEL FORUM DI CICLISMO

RIGUARDA LO SPECIALE GIRO D'ITALIA

COSI' IL TOUR IN DIRETTA SU SKY

TUTTE LE TAPPE DEL TOUR CON IL VIDEO

Alberto Contador torna re del Tour de France a due anni di distanza dal suo primo trionfo nel 2007. Per lui, tradizionale coppa di champagne in pugno, la passerella trionfale dei Campi Elisi a Parigi. "E' stato un Tour molto duro", ha confessato lo spagnolo, costretto alla difficile convivenza con un compagno scomodo come Lance Armstrong. "E' stata dura e in alcuni momenti ho dubitato delle mie possibilità di vittoria", ha aggiunto il 26enne spagnolo, che in realtà è sembrato imbattibile. Benissimo anche Armstrong, per lui terzo gradino del podio finale a 5'24" da Contador. Tra i due compagni di squadra della Astana, il lussemburghese Andy Schleck della Saxo Bank, finito a 4'11" dal vincitore.

Parole da leader -
"Volevo vincere, questo successo vale anche di più rispetto a quello del 2007. Se due anni fa ho vinto con le gambe, stavolta è stata decisiva la testa. Ho svolto una preparazione ideale, ho fatto grandissimi sacrifici: se la pressione aumentava, io alzavo l'intensità degli allenamenti" dice Contador dopo la premiazione. Risultato: i rivali non hanno avuto chance. "Nelle tappe decisive sono rimasto tranquillo e ho corso rilassato. Fuori dalla competizione, invece, no", ha detto ancora riferendosi ai rapporti  tesi con l'illustre compagno di squadra. Armstrong, da parte sua, ha scelto la diplomazia subito dopo la conclusione della Grande Boucle:  "Alberto è stato il più forte, io non posso lamentarmi. Il terzo posto non è così male, no?". Ora, la separazione tra i due.

La tappa conclusiva -  La Montereau-Fault-Yonne-Champs Élysées di 164 km, è andata a Mark Cavendish in volata, straordinario sprinter alla sua sesta vittoria in questo Tour. Il britannico ha vinto la volata praticamente per distacco, con il suo team capace di scavargli un buco che nessuno è riuscito più a colmare, tanto che al secondo posto si è piazzato il suo compagno di squadra australiano, Mark Renshaw. Dietro di loro, tutti con lo stesso tempo, Tyler Farrar (Usa); Gerald Ciolek (Ger); Yauheni Hutarovich (Bie); Thor Hushovd (Nor); José Rojas (Spa); Marco Bandiera e Daniele Bennati (Ita); William Bonnet (Fra).

Pellizotti splendido a pois - Diciassette anni dopo Claudio Chiappucci, detto El Diablo, la maglia a pois del miglior scalatore del Tour de France finisce a un italiano: tocca allo splendido Franco Pellizotti della Liquigas. "Che bello indossare questa maglia a pois a Parigi: una foto così, con sullo sfondo i Campi Elisi e l'Arco di Trionfo, non ha prezzo...". E' un Pellizotti al settimo cielo quello che commenta il proprio successo nella classifica degli scalatori del Tour de France. "Sono felicissimo - dice ancora il ciclista della Liquigas -: a questa maglia tenevo molto". Al punto che anche il figlio Giacomo, salito con lui sul podio, indossava la stessa casacca a pois di papà. Mentre da segnalare che per il quarto anno consecutivo la maglia gialla se la porta a casa uno spagnolo: nel 2006 fu Oscar Pereiro, nel 2007 Alberto Contador, nel 2008 Carlos Sastre e nel 2009, di nuovo, Alberto Contador.

L'antidoping indaga sul 2008 - Intanto, l'agenzia francese antidoping (AFLD) annuncia che esaminerà nuovamente una serie di campioni relativi al Tour de France 2008. Lo scrive il quotidiano L'Equipe. Le analisi riguarderanno i campioni di una quindicina di corridori. Gli atleti coinvolti hanno chiuso la Grande Boucle dello scorso anno tra i primi 20 della classifica generale. I nuovi test cercheranno di individuare tracce di Cera, l'Epo di terza generazione. I controlli bis non sono stati effettuati nel 2008 per problemi finanziari.



La classifica generale del Tour de France dopo 3445 km: 1. Alberto Contador (Spa)-Astana in 85h48'35"; 2. Andy Schleck (Lux)-Saxo Bank a 4'11"; 3. Lance Armstrong (Usa)-Astana a 5'24"; 4. Bradley Wiggins (Gbr)-Garmin Slipstream a 6'01"; 5. Frank Schleck (Lux)-Saxo Bank a 6'04"; 6. Andreas Kloeden (Ger)-Astana a 6'42"; 7. Vincenzo Nibali (Ita)-Liquigas a 7'35"; 8. Christian Vandevelde (Usa)-Garmin Slipstream a 12'04"; 9. Roman Kreuziger (Cec)-Liquigas a 14'16"; 10. Christophe Le Mevel (Fra)-FDJeux a 14'25".

Tutti i siti Sky