Caricamento in corso...
20 agosto 2009

Il sesso della Semenya? Lei non è un fenomeno da baraccone

print-icon
tat

Sulla sessualità di Caster Semenya anche il mondo scientifico ha espresso qualche dubbio

L'opinione di PAOLO LEOPIZZI, di SKY Sport 24, sul caso del momento: la sudafricana è una vera vittima. A nessuno interessa cosa prova un essere umano intrappolato in un corpo che non sente suo, con i dubbi su una sessualità ambigua. FOTOGALLERY E VIDEO

COMMENTA NEI NOSTRI FORUM

LA GALLERY: SECONDO VOI E' UOMO O DONNA?

di PAOLO LEOPIZZI

Caster Semenya non è un fenomeno da baraccone, un mostro da sbattere in prima pagina. La sudafricana è l'unica vera vittima di un sistema sportivo che premia i furbetti federali, quelli che trovano le scappatoie, coprono le frodi pur di arrivare a una medaglia che porta prestigio e soldi.

A nessuno interessa cosa prova un essere umano intrappolato in un corpo che non sente suo, con i dubbi alimentati da una sessualità ambigua: una convivenza impossibile e dolorosa tra uomo e donna. Cosa avrà passato la Semenya a scuola: vittima degli scherzi atroci degli altri bambini? Chi le sta vicino, chi l'aiuta nel trovare l'equilibrio indispensabile per affrontare la vita?

La pista, lo sport sono le parti più facili, le hanno detto di correre e lei lo fa. Le analisi ormonali e cromosomiche daranno il loro responso e per la Semenya sarà comunque un dramma. il verdetto porterà alla luce non tanto la verità, ma la sua diversità. A quel punto - non ci sono dubbi - lo sport la scaricherà, la Federazione la bollerà come uno scherzo della natura: e all'essere umano chi ci penserà?

Tutti i siti Sky