Caricamento in corso...
30 agosto 2009

Pellegrini: andrò negli Usa quando Castagnetti starà meglio

print-icon
spo

Federicda Pellegrini (foto Ansa)

La campionessa veneta a SKY Calcio Show per presentare il suo libro. A settembre riprenderà ad allenarsi, poi volerà negli States con il fidanzato Luca Marin. Ma attenderà l'esito dell'intervento al cuore del suo tecnico: "Voglio stare accanto a lui"

Campionessa in vasca e scrittrice alle prime armi. Archiviati i successi di Roma, Federica Pellegrini si dedica alla promozione del suo libro "Io nuoto per amore" ma negli studi "Sky Calcio Show" il pensiero corre indietro alle sue ultime imprese, regina indiscussa del palcoscenico del Foro Italico. "Fare il decimo record del mondo nei mondiali in casa è stata una soddisfazione immensa", racconta la bella veneziana, la cui avventura partì, ancora giovanissima, ai Giochi di Atene 2004 ma "ero troppo piccola, non avrei mai immaginato che sarebbe successo quello che è successo".

Da allora vittorie, primati, medaglie olimpiche e mondiali ma anche momenti difficili, crisi di panico superate con carattere perché "si impara di più dalle cose negative che da quelle positive - continua la Pellegrini - impari come combatterle nei momenti cruciali e ottenere un grande risultato".

Stella del nuoto italiano assieme ad Alessia Filippi ("ma non c'è tanta rivalità tra noi, facciamo gare diverse, non ci ritroviamo nella stessa gara"), la Pellegrini si sta godendo gli ultimi giorni di riposo prima di riprendere gli allenamenti. Tornerà in vasca a settembre e a inizio 2010, assieme al suo Luca Marin, volerà negli States.

"C'è ancora da stabilire tutta la logistica ma da gennaio, per quattro mesi, saremo negli Stati Uniti, almeno per imparare l'inglese - conferma - Saremmo dovuti partire prima ma il nostro allenatore (Castagnetti, ndr) si deve sottoporre a un intervento al cuore e vogliamo stargli vicino in questo momento".

Ma dagli Usa la Pellegrini tornerà presto. "Non lascerei mai l'Italia, amo troppo questo Paese", dice ancora la campionessa olimpica e mondiale, alla ricerca di nuove sfide, come quella dei record da fare senza i tanto discussi supercostumi che sono stati utilizzati negli ultimi anni, "fatti con dei materiali che fanno galleggiare di più, che fanno scivolare di più ma finalmente si torna indietro - aggiunge - e adesso la nuova sfida sarà fare questi tempi senza l'aiuto dei costumi di ora che, secondo me, levano molta tecnica al nuoto. Il nuoto è bello da vedere, non c'è bisogno del costume che fa galleggiare di più".

COMMENTA NEL FORUM ALTRI SPORT

I MONDIALI DI NUOTO 2009, TUTTI GLI ARTICOLI

Tutti i siti Sky