Caricamento in corso...
12 novembre 2009

Tyson ci ricasca: picchia un fotografo e finisce in galera

print-icon
spo

Le prime foto dell'arresto di Mike Tyson (foto lapresse)

L'ex campione del mondo di pugilato è stato arrestato all'aeroporto di Los Angeles dopo una zuffa con un paparazzo, medicato poi in ospedale per un taglio alla fronte. Il 43enne americano è stato rilasciato poche ore dopo. GUARDA LE FOTO DELL'ARRESTO

Nuovi guai per Mike Tyson. L'ex campione del mondo dei pesi massimi è stato arrestato all'aeroporto di Los Angeles dopo una zuffa con un fotografo ed è stato rilasciato poche ore dopo. Tony Echevarra, un paparazzo di 50 anni, è stato medicato in ospedale per un taglio alla fronte e anche lui fermato dalla polizia. Agli agenti ha raccontato di essere stato colpito con un pugno da Iron Mike che avrebbe anche tentato di sottrargli il rullino della macchina fotografica.

Sull'episodio, avvenuto mercoledì pomeriggio al Terminal 7 dello scalo californiano, ci sono versioni contrastanti. Iron Mike, che viaggiava con la moglie e il figlioletto di 10 mesi, ha raccontato di aver solo voluto proteggere il bimbo dagli scatti e dall'"aggressività" del paparazzo che lo avrebbe anche colpito per provocarlo. I due si sono accusati reciprocamente di aggressione e dovranno comparire davanti a un magistrato.

All'aeroporto di Los Angeles si appostano spesso fotografi a caccia di Vip in transito. Tyson esce da un anno difficile: a maggio ha perso la figlia di 4 anni, vittima di un incidente domestico: la bimba giocava vicino a uno degli attrezzi sportivi nella palestra del padre quando è rimasta impigliata in una corda ed è morta soffocata. Nel 1992 Tyson era stato condannato per stupro e aveva scontato tre anni di carcere. Nel 2005 l'addio definitivo alla boxe.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT


ENTRA NEL FORUM ALTRI SPORT

Tutti i siti Sky