Caricamento in corso...
15 novembre 2009

Nuoto. Pioggia di record a Berlino, Phelps di nuovo battuto

print-icon
dar

Faccia crucciata per Michael Phelps dopo il secondo posto nei 200 misti in vasca corta a Berlino (foto ap)

Ancora male in vasca corta l'americano, fuori dalla finale dei 200sl e secondo nei 200 misti dietro al sudafricano da record Townsend. 8 i primati del mondo migliorati: il russo Korotyshkin, allenato dall'italiano Di Ninno, ribatte quello dei 100 delfino

Federico Colbertaldo ha vinto oggi a Berlino i 1500 metri stile libero in vasca corta, in una giornata della tappa tedesca di Coppa del mondo caratterizzata da otto record mondiali (ieri erano stati sei) e dalla deludente prestazione di Michael Phelps. Il nuotatore veneto ha fatto segnare il tempo di 14'29"46, precedendo Pal Joensen (Isole Faeroer) e il tedesco Christian Kubush.

Phelps - otto ori alle Olimpiadi di Pechino 2008, di cui sette con record del mondo - è stato eliminato in batteria nei 200 stile libero, ottenendo solo il 12/o tempo. Si è consolato, in parte, nei 200 misti, dove è arrivato secondo, dietro al sudafricano Darian Townsend, che ha stabilito il nuovo record mondiale nuotando in 1'51"55 (e migliorando così di un centesimo il primato stabilito dallo statunitense Ryan Lochte nell'aprile 2008 a Manchester). A conferma di un periodo non esaltante, ieri Phelps era giunto quinto nei 200 farfalla. "Certo non sono nella forma in cui vorrei essere", ha detto Michael, ammettendo peraltro che si era allenato poco per il meeting tedesco. "Forse è un bene che io abbia perso oggi, ciò mi darà più motivazione per il futuro", ha aggiunto.

Va sottolineato, comunque, che, per prepararsi al 2010, a Berlino il 24/enne Michael ha gareggiato senza il 'costumone' in poliuretano che sarà proibito dal prossimo gennaio. Costume che invece è stato indossato dalla maggior parte dei nuotatori che hanno battuto, in due giorni, ben 14 record mondiali. Tra gli altri, quello dei 200 sl, la distanza in cui il pluricampione olimpico non è riuscito ad entrare in finale. Se l'è aggiudicato un suo storico rivale, il tedesco Paul Biedermann, nuotando in 1'39"37 e migliorando se stesso di oltre un secondo (il 16 novembre 2008, sempre a Berlino, aveva fatto registrare il tempo di 1'40"83). Si sono migliorati anche il sudafricano Cameron Van Der Burgh, che sui 100 rana ha abbassato il primato a 55"61 (rispetto ai 56"39 del 9 agosto scorso a Pietermaritzburg, Sudafrica); e il russo Evgheni Korotyshkin, allenato dall’italiano Andrea Di Nino sui 100 farfalla (48"48, contro 48"99 il 7 novembre scorso a Mosca).

Tra le donne, due nuotatrici hanno abbassato i loro precedenti record mondiali: la cinese Liu Zige ha nuotato i 200 farfalla in 2'00"78 (aveva fatto segnare 2'02"50 mercoledì scorso a Berlino); la giapponese Shiho Sakai i 100 dorso in 55"23 (56"15 il 28 ottobre 2207 a Singapore). Due record femminili, invece, hanno cambiato titolare; quello dei 200 rana, stabilito oggi, con 2'15"42, dall'australiana Leisel Jones (precedente 2'16"84, della canadese Annamay Pierse, 7 agosto 2009 a Leeds, Gb); e quello dei 100 misti, battuto, con 57"74, dall'olandese Hinkelien Schreuder (precedente 58"40, della cinese Zhao Jing, 11 novembre scorso a Stoccolma). Ieri a Berlino erano caduti i record maschili dei 100 misti, 400 sl, 50 rana, 50 farfalla; in campo femminile, quelli dei 100 rana e dei 200 dorso.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT


COMMENTA NEL FORUM DI ALTRI SPORT

Tutti i siti Sky