16 febbraio 2010

La Tirreno-Adriatico 2010 sarà in memoria di Ballerini

print-icon
tir

La presentazione della Tirreno-Adriatico 2010

Presentata la classica corsa che si terrà dal 10 al 16 marzo. Ricorderà il ct di ciclismo morto recentemente in un rally. Gli organizzatori: "Franco se lo merita, era amato da tutti perchè sempre autorevole e sincero, sia da corridore che da allenatore"

ENTRA NEL FORUM ALTRI SPORT

La Tirreno-Adriatico di quest'anno sarà nel nome di Franco Ballerini. La Rcs-Gazzetta dello Sport, che organizza la corsa, ha voluto ricordare Ballerini con una serie di iniziative tra cui il premio fair-play, a lui dedicato. Una giuria sceglierà il corridorre che più di ogni altro meriterà il premio per il suo comportamento sportivo durante la corsa. La notizia è stata annunciata durante la presentazione della corsa. Verrà anche realizzato un libro "Ciao Ballero" che sarà distribuito a partire da sabato 22 febbraio. I ricavi della vendita saranno devoluti al reparto oncologia dell'ospedale Meyer di Firenze, che ha avuto in cura Matteo, il secondogenito di Ballerini.

A ricordare il due volte vincitore della Roubaix ed ex ct non poteva che essere l'ex ct azzurro Alfredo Martini: "Per Franco oggi sarebbe stato un giorno di festa perchè il ciclismo importante con la Tirreno-Adriatico si rimette in movimento". Martini si è anche complimentato con gli organizzatori per la dedica della corsa a Ballerini: "Lui era amato da tutto il gruppo. Era amato e rispettato perfino da quei ciclisti che lui non convocava. Perche' era autorevole e sincero". Martini ha voluto sottolineare uno strano incrocio del destino, la Tirreno-Adriatico nasceva da un'idea di Franco Mealli nel 1965, proprio l'anno di nascita di Ballerini.

Tutti i siti Sky