10 aprile 2010

Augusta Masters, continua il sogno di Manassero

print-icon
mat

Matteo Manassero, il più giovane golfista di sempre a superare il taglio all'Augusta Masters (foto Ap)

Il golfista italiano supera il taglio al 3° giro, impresa che da dilettate non riuscì nemmeno a Tiger, e diventa il più giovane di sempre a concludere il prestigioso torneo americano. L'ultimo azzurro ad esserci riuscito fu Rocca nel 1998. GUARDA I VIDEO

I FRATELLI MOLINARI CAMPIONI DEL MONDO

AUGUSTA MASTERS 2010, IL PROGRAMMA SU SKY

L'INTERVISTA AL "BABY" MATTEO MANASSERO

Matteo Manassero, neanche 17 anni, il più giovane giocatore di sempre ad aver superato il 'taglio' agli U.S. Open di golf di Augusta in Georgia (visibili su Sky Sport 2), affronterà domani l'ultima e quarta giornata della prestigiosa gara al 43.mo posto (+4), non lontano da grandi come Lucas Glover, vincitore dell'ultimo Us Open, o Angel Cabrera, il detentore del titolo. Il suo terzo percorso si è concluso poco dopo le 20:30 italiane, con un totale di 220 colpi (71+76+73). A giocarsi la vittoria saranno verosimilmente i britannici Ian Poulter e Lee Westwood, in testa all'inizio della terza giornata, davanti a un rinato Tiger Woods e campioni come Ricky Barnes, K.J.Choi, Anthony Kim e Phil Mickelson. Comunque andrà a finire, il giovane 'wunderkind' ha fatto meglio del sudafricano Bobby Cole, che aveva appena compiuto 18 anni quando superò il 'taglio' nell'edizione del 1967.

Manassero, ancora dilettante e che in passato ha vinto il Britsh Open, è stato anche il primo 'amateur' dal 1999 ad oggi a superare le 36 buche. Sta andando bene anche l'altro italiano ancora in gara, Francesco Molinari, 31.mo a metà percorso (+1) Manassero, la cui prova è stata sicuramente sopra le righe, ricevera' ora il premio quale miglior dilettante, perche' i suoi rivali in questa categoria sono tutti rimasti al palo. Ma sul 'green' ieri l'azzurro aveva sofferto, visto che tre bogey nelle prime nove buche (1,4,7), lo hanno messo in bilico sulla linea di taglio. Però la lucidità nei momenti difficili e i consigli di Alberto Binaghi, che gli ha fatto da caddie, hanno evitato che cedesse.

Così Manassero ha superato indenne l'Amen Corner, guadagnando un colpo alla 13, prima di soffrire ancora dopo un bogey alla 16 e di chiudere con un altro bogey alla 18. "Sogno di vincere questa gara, quando non m'importa - ha detto dopo la gara di ieri Manassero -. Tra un mese diventerò professionista, in occasione dell'Open d'Italia e a quel punto cercherò di partecipare ad alcune prove del circuito europeo. Comunque la mia è stata una giornata positiva solo perché ho passato il taglio: in realtà penso di aver giocato male dopo che invece ieri avevo fatto bene". Per capire il valore dell'impresa del golfista veronese, basta dire che Tiger Woods, alla prima partecipazione al Masters da dilettante, come campione Us Amateurs, non aveva passato il taglio. Andando indietro nel tempo, l'ultima volta di un italiano alla fase finale del Masters è stata nel 1998, con Costantino Rocca.

Guarda anche:
Augusta Masters, Woods parte bene. Brillano gli italiani
Manassero ad Augusta: così da stasera contro Tiger Woods
Un'amante accusa: Tiger? Un gran bugiardo
Parola alla Tigre: il golf ritrova Woods. IL VIDEO
Mauro: "L'Augusta Masters, il Massimo per i golfisti"
Il golf in Camicia. "Augusta Masters? Emozione incredibile"
Vialli: "L'Augusta Masters? E' la Champions del golf"
Grappasonni, sei buoni motivi per non perdere l'Augusta

Stefano Nava scommette su Els
Alessandro Bonan: Tiger ad Augusta per 75 milioni di motivi

Tutti i siti Sky