07 maggio 2010

Open d'Italia. Comandano in quattro, Manassero 19esimo

print-icon
mat

Debutto da pro da 70 colpi per Matteo Manassero al Bmw Italian Open

Dopo la prima giornata, condizionata da maltempo e oscurità, c'è un quartetto al comando con 67 colpi del BMW Italian Open. Il primo degli azzurri è Soffietti nono, il 17enne veronese, al debutto da professionista, ha chiuso con 70 colpi. Male Molinari

Quartetto al comando con 67 colpi nel BMW Italian Open iniziato sul percorso del Royal Park I Roveri, a Fiano Torinese: è composto dallo scozzese Paul Lawrie, vincitore dell'Open Championship (1999), dall' australiano Marcus Fraser e dagli inglesi Robert Rock e Graeme Storm. Seguono a un colpo il sudafricano Hennie Otto, l'inglese David Horsey, lo scozzese David Drysdale e il gallese Stephen Dodd. Il giro non si è concluso a causa di un ritardo di due ore nelle partenze e per sopravvenuta oscurità.

Nella classifica provvisoria Marco Soffietti è nono con 69 colpi, alla pari con lo spagnolo Miguel Angel Jimenez; mentre Matteo Manassero, 17 anni appena compiuti, oggi al suo debutto da professionista, ha concluso il primo giro in 70 colpi e al 19/o posto, occupato anche al danese Thomas Bjorn. E' solo 54/o con 72 colpi Edoardo Molinari, il favorito di casa, in compagnia di Lorenzo Gagli e di Stefano Reale. Non è stata una giornata felice per lo scozzese Colin Montgomerie, 118/o con 76, il quale ha giocato insieme a Manassero, mentre è andata un po' meglio all'irlandese Darren Clarke, 72/o con 73. Tra i giocatori italiani che non hanno terminato sono al 31/o posto con "-1" Federico Colombo, fermato alla buca 14; e il brillante dilettante romano Mattia Miloro, stoppato alla 15.

Manassero è stato al centro di una piccola indagine. Uno spettatore inglese ha fatto pervenire una nota all'European Tour secondo la quale il veronese aveva commesso una irregolarità. A suo avviso, mentre si preparava ad eseguire un colpo, la palla si era mossa. La prova televisiva ha invece dimostrato che la palla aveva solo ondeggiato. Dunque pericolo di squalifica scongiurato. Interpellato dagli arbitri, Manassero ha detto di non essersi accorto di nulla.

"Sono molto contento del mio primo giro, il gioco è stato regolare e solido dalla prima all'ultima buca. Ho colto molti fairway, parecchi green, ho imbucato abbastanza. Insomma è andata bene, non ho motivi per lamentarmi", ha detto Manassero. Deluso invece Molinari: "Sono andato decisamente male - ha ammesso - il gioco lungo non ha funzionato, ho provato a recuperare con il gioco corto, ma non è stato sufficiente. Il campo è perfetto nonostante la pioggia e quindi non mi concedo attenuanti. Posso solo augurarmi di far meglio domani".

Guarda anche
Golf, io che alle 7 del mattino se piove non gioco...
Open d'Italia, su SKY un torneo da favola
Open d'Italia, spettacolo garantito: parola di Luca Vialli

Open d'Italia di golf, Molinari: è bello giocare in casa

Tutti i siti Sky