17 luglio 2010

Se ti piace Messi, allora dovrebbe piacerti anche... Belen

print-icon
lio

Lionel Messi come Belen Rodriguez?

Viaggio semiserio nella nuova funzionalità di Facebook delle "Pagine Consigliate". Tra stereotipi duri a morire (sesso, calcio e motori) e attivismo politico, l'algoritmo deve ancora fare strada. Come si fa a suggerire la Juve ad un tifoso dell'Inter?

di NICOLA BRUNO

Il meccanismo è simile a quello che Amazon utilizza da tempo: se ti piace questo libro, allora dovrebbe piacerti anche quest'altro. Solo che non si tratta di romanzi, ma di pagine e gruppi che spopolano su Facebook. Per trovarne di interessanti, fino a qualche tempo fa, bisognava cercarli a mano o aspettare la dritta di un amico. Ora è arrivata la funzionalità "Pagine consigliate": compare in un box a destra dell’home-page e suggerisce automaticamente le fan-page che l’utente ancora non conosce e che, secondo i calcoli del social network, dovrebbero interessarlo. Per scovare i suggerimenti l’algoritmo passa al setaccio i gusti degli amici, i gruppi selezionati, i "Like" cliccati in giro per il web.

Per testare la nuova funzionalità e la sua effettiva capacità di segnalare contenuti rilevanti abbiamo creato un nuovo account: Alessio Gaulli, 36 anni, appassionato di sport, tifoso interista con un debole per Lionel Messi e Diego Armando Maradona. Oltre al calcio, segue il tennis (Rafael Nadal in particolare), il motociclismo e il baseball. Di conseguenza, lo abbiamo iscritto a siti sportivi (Sky Sport, Gazzetta dello Sport) e alle fan-page di Interista al 100%, Rafael Nadal, Messi, Maradona.  

Problemi iniziali - All'inizio il meccanismo sfarfalla un bel po': perché un italiano deve essere per forza un gran simpaticone e un nemico giurato di Berlusconi? Tra le prime pagine che Facebook consiglia c'è infatti "Ridi che ti passa" (raccolta di barzellette quotidiane) e "Chi è Berlusconi?", un gruppo che sbeffeggia il presidente del consiglio. Anche se la politica non è tra gli interessi di Alessio il sistema propina di continuo Marco Travaglio, Beppe Grillo e Bella Ciao. Sarà perché Alessio ha diversi amici "di sinistra"...

Viva lo sport - Dopo qualche giorno, l'algoritmo sembra interpretare meglio i gusti: suggerisce la fan-page di Valentino Rossi (a cui Alessio si iscrive), quella di Sneijder (forse perché in questi giorni non si parla altro che di lui...) e quella ufficiale dell'Inter. Però ancora gli sfuggono alcune sottigliezze del calcio italiano: perché continua a consigliare "Juventus Unica" e "Alessandro Del Piero" ad un fan sfegatato dell’Inter? Nei giorni a seguire continuerà con le proposte bianconere. Chissà come sono contenti i tifosi della beneamata di ritrovarsi con la facciona di Del Piero che li guarda tutti i giorni...

Altri stimoli - Anche con il baseball "Pagine consigliate" non sembra beccarci molto (forse perché in Italia non ci sono molti appassionati?). Mentre per il motociclismo si è fermato solo alla proposta di Valentino Rossi. Ad ogni modo, l'algoritmo non manca di buona volontà: non si limita solo allo sport, anzi tenta in tutti i modi a stimolare con proposte di musica, spettacolo, politica. Ecco allora arrivare Pietro Taricone e Roberto Saviano, Barack Obama e gli altrettanto prevedibili Vasco Rossi e Ligabue.

La show-girl - Man mano che Alessio si iscrive alle svariate pagine di Maradona e Messi, nella finestra delle pagine consigliate fa sempre più spesso capolino Belen Rodriguez. Forse perché pure lei è argentina? Oppure, perché quello da poco creato corrisponde al profilo del maschio italiano che va pazzo per letterine&veline? La seconda ipotesi sembra essere più fondata, anche perché nei giorni seguenti iniziano a comparire altre proposte simili, tra cui le più esplicite "Dolce Tentazione" e "Red Passion" ("Lasciami sciolte le mani e il cuore...lascia che le mani scorrono per i sentieri del tuo corpo... sarò l'angelo dei tuoi sogni, e il diavolo delle tue Rosse Passioni...").

Giudizio - Alla fine di questa breve prova sul campo, l'impressione è che l'algoritmo inventato da Mark Zuckerberg procede per stereotipi e pregiudizi (maschi italiani = sesso, calcio e motori). Alla fine, risulta persino più prevedibile e seccante di tutti quegli amici che continuano a suggerire improbabili gruppi che dovrebbero far ridere un sacco, senza riuscirci affatto.

Tutti i siti Sky