17 luglio 2010

Golf, l'amuleto fa la differenza: Woods in ritardo

print-icon
woo

Senza la camicia rossa porta fortuna Tiger Woods sembra non riuscire a esprimersi al meglio (Foto AP)

Agli Open Championship scozzesi il golfista americano, senza la sua camicia rossa portafortuna, non riesce a esprimersi ai suoi livelli. Dopo il secondo giro è solo quattordicesimo. Già fuori Francesco Molinari

Gli amuleti  migliorano le performance, veri e propri alleati degli sportivi e non solo. Con un portafortuna al seguito lievitano fiducia e autostima in generale, in campo ma anche, ad esempio, in amore e sul lavoro. A dimostrarlo uno studio dell'università di Colonia, che ha preso spunto dai campioni del mondo dello sport per dimostrare, prove scientifiche alla mano, che anche la superstizione aiuta.

Osservando Micheal Jordan e gli irrinunciabili short del college indossati sotto la divisa della Nba o l'amata camicia rossa di Tiger  Woods nei tornei di golf, la ricercatrice Lysann Damisch si è chiesta quanto riti sul campo e amuleti nel taschino dessero una mano agli sportivi.

Partendo da qui, il team di studiosi capitanati da Damisch ha sottoposto un gruppo di volontari a una serie di test per provare la tesi del portafortuna migliora-risultati. In uno degli esperimenti, ad esempio, a tutti i partecipanti è stato chiesto di portare il proprio amuleto. Subito dopo, con una scusa banale, il portafortuna è stato sottratto temporaneamente a una parte del campione. Ebbene, chi ne era sprovvisto riportava risultati peggiori in test e giochi al pc  rispetto a chi aveva l'amuleto con sè.

SEGUI L'OPEN CHAMPIONSHIP

Tutti i siti Sky