06 agosto 2010

Atletica, Gay torna re dei 100: Bolt battuto dopo due anni

print-icon
gay

Tayson Gay batte Usain Bolt nei 100 metri al meeting di Stoccolma (Fotoi AP)

Nel meeting di Stoccolma valido per la Golden League 2010 lo statunitense ha fermato il cronometro a 9"84 precedendo il suo rivale apparso in affanno e fuori forma. Gay aveva battuto Bolt nel 2008 l'ultima volta proprio nella rassegna svedese

COMMENTA NEL FORUM DI ALTRI SPORT

Tyson Gay ha vinto la finale dei 100 metri del meeting di Stoccolma con il tempo di 9"84. Lo sprinter statunitense ha dominato e vinto la finale precedendo nettamente il recordman giamaicano Usain Bolt, apparso in affanno e lontano dalla forma che gli consentì di portare il record del mondo a 9"58. Gay batte il suo più acerrimo rivale dopo due anni in cui si è sempre dovuto accontentare di arrivare alle spalle di Bolt. L'ultimo successo dello statunitense contro il giamaicano risaliva al 2008 proprio nel meeting di Stoccolma.

Subito dopo l'arrivo, Usain Bolt è andato ad abbracciare Tyson Gay per congratularsi con lui. Dopo il secondo posto di Stoccolma due anni fa, il fuoriclasse giamaicano aveva collezionato solo vittorie: 14 di fila. Ai Mondiali di Berlino 2009, un anno fa, aveva preceduto sulla linea del traguardo proprio Gay. Terzo si è classificato Richard Thompson (Trinidad e Tobago), con il tempo di 10"10.

In precedenza Bolt e Gay avevano vinto le rispettive semifinali: più agevolmente l'americano (10"01), recuperando negli ultimi metri l'olimpionico (10"10). Il primatista mondiale, che in questa stagione aveva già vinto ai meeting di Daegu (Corea del sud), Losanna e Parigi, ha ammesso di essere partito male. "Ho sempre detto che potevo essere battuto, è successo", ha dichiarato, promettendo comunque di "riconcentrarsi" presto.

Nelle due precedenti sfide, Bolt aveva superato Gay, ogni volta stabilendo il record del mondo (9"72 a New York nel 2008 e 9"58 a Berlino nel 2009). I tre uomini più veloci del mondo si ritroveranno al meeting di Bruxelles il 27 agosto: ci sarà infatti anche il giamaicano Asafa Powell, assente per infortunio.

Tutti i siti Sky