21 dicembre 2010

Sci, slalom donne a Courchevel: la Moelgg chiude ottava

print-icon
man

Manuela Moelgg migliore delle azzurre finora a Couchevel nell'ultimo slalom dell'anno

Marlies Schild ha vinto lo slalom di Coppa del Mondo in Francia. L'austriaca in 1'34"95 ha preceduto la finlandese Tanja Poutiainen (1'37"53) e la slovena Tina Maze. Alle spalle dell'azzurra solo 15ma Nicole Gius. Vonn e Riesch fuori nella prima manche

Sfoglia l'Album degli Sport Invernali

Commenta nel Forum Altri Sport

Marlies Schild ha vinto lo slalom di Coppa del Mondo di Courchevel. L'austriaca in 1'34"95 ha preceduto la finlandese Tanja Poutiainen (1'37"53) e la slovena Tina Maze (1'36"93). Migliore azzurra è stata l'altoatesina Manuela Moelgg, ottava in 1'37"51. Poi Nicole Gius, 15ma in 1'38"17 e Irene Curtoni 17ma in 1'39"14. Sabrina Fanchini ha chiuso 28ma la sua gara d'esordio.

Nello slalom speciale donne di Courchevel c'era l'ultima possibilità prenatalizia per l'Italia di rimpolpare un bilancio intermedio di Coppa del Mondo decisamente magro. Ma anche oggi niente podio. Su un tracciato molto difficile che ha visto saltare le supercampionesse Maria Riesch e Lindsey Vonn, ha stravinto l'austriaca Marlies Schild. Per l'Italia, unica speranza-consolazione: il 28esimo posto di sabrina Fanchini, 22 anni e più piccola delle sorelle Fanchini. Era partita con il pettorale 66 nella sua gara di esordio in cdm. Ha dimostrato perlomeno carattere.

Si chiude così una fase di cdm prenatalizia che rare volte è stata tanto amara per l'Italia. Le squadre uomini e donne affidate alla gestione unica del ct Claudio Ravetto hanno raccolto solo due terzi posti in gigante con Max Blardone e Manuela Moelgg. In mezzo tante delusioni, soprattutto quelle collezionate dai maschi nello scorso week end sulle nevi casalinghe della Val Gardena ed Alta Badia: risultati umilianti.

Le cifre, del resto, parlano chiaro: nella classifica per nazioni l'Italia è sesta, mentre negli ultimi anni contendeva il secondo posto alla superpotenza Svizzera, con gli austriaci sempre al comando. Nelle classifiche generali individuali uomini e donne non ci sono poi italiani ai primi dieci posti. Tra gli uomini, nelle discipline veloci non ci sono azzurri ai primi 10 posti sia in discesa che in supergigante. In gigante ci sono Max Blardone e Davide Simoncelli in 7ma e 8a posizione: fuori dai giochi. In slalom speciale, Manfred Moelgg nono, mentre il campione olimpico Giuliano Razzoli non ha raccolto punti: fuori in entrambe le gare disputate.

Tra le donne, in discesa si salva la bresciana Daniela Merighetti, quinta nella classifica generale. Johanna Schnarf è settima in quella di supergigante. In gigante c'è solo la giovane Federica Brignone all'ottavo posto, mentre in slalom speciale non ci sono azzurre tra le migliori dieci. Insomma, è una Italia da bocciare.

Alcune spiegazioni per questa debacle ci sono: la Federazione è in preda a fibrillazioni per i ricorsi interni contro la regolarità dell'elezione del presidente Giovanni Morzenti, il quale si ritrova anche addosso una condanna penale di primo grado che lo ha tagliato fuori dal Consiglio internazionale Fis. In più non è ancora risolto il duro contenzioso tra la Fisi e gli organizzatori di Gardena e Badia sui diritti promozionali e tv. Ma soprattutto ci sono stati una serie di infortuni: il velocista Werner Heel con una mano fratturata alcune settimane fa; dito fratturato in tarda estate per Razzoli, mentre Denise Karbon è ancora fuori gioco dopo una operazione ad un menisco.

Altra attenuante - benevola - è che gli azzurri hanno fatto una sorta di preparazione ritardata: dovrebbero esplodere atleticamente ed agonisticamente ai Campionati del mondo di Garmisch-Partenkirchen, in Germania, dall'8 al 20 febbraio 2011. Dopo la pausa natalizia e prima di Capodanno la Coppa del Mondo tornerà comunque in scena. Il 29 dicembre gli uomini saranno impegnati in discesa a Bormio, sulla pista Stelvio. Le ragazze saranno invece impegnate in Austria, a Semmering, non lontano da Vienna, con un gigante e uno speciale il 28 ed il 29 dicembre. Dovrebbe tornare in gara anche Denise Karbon.

Tutti i siti Sky