19 febbraio 2011

Zoeggeler non si ferma: cannibale da 10 e lode

print-icon
zoe

Armin Zoeggeler, al centro, ha conquistato la decima Coppa del mondo di slittino (Getty)

L'azzurro ha conquistato in Lettonia la decima Coppa del mondo di slittino, la sesta consecutiva. Sesto posto di Manuela Moelgg nello slalom speciale dei Mondiali di sci a Garmisch. Oro a Marlies Schild. GUARDA LA GALLERY

Sfoglia l'Album degli Sport Invernali

Armin Zoeggeler decimo, il re dello slittino: le foto

Commenta nel Forum degli Sport Invernali

Prosegue la leggenda del 'cannibale'. Armin Zoeggeler ha vinto la sua decima Coppa del mondo di slittino, la sesta consecutiva, conquistando la gara di Sigulda in Lettonia. Per Zoeggeler è la 54.a gara vinta in coppa della carriera. Zoeggeler ha preceduto il russo Albert Demchenko. L'unico che poteva insidiare l'azzurro, il tedesco Felix Loch, ha chiuso al 14.o posto. Bene il giovane azzurro Dominik Fischnaller: quarto a metà gara, ha chiuso in quinta piazza.

"E' stata una stagione vincente perchè sono riuscito a prepararmi bene durante l'estate e anche sul ghiaccio in autunno - ha spiegato il 'cannibale' -. I podi nelle prime gare mi hanno permesso di arrivare a Natale con un buon bottino, in quel momento ho capito che avrei potuto vincere ancora".

Zoeggeler guarda avanti: a 37 anni il carabiniere di Merano vuole ancora vincere: "Adesso posso dire che è stata un'annata particolarmente dura. La concorrenza cresce, ma gli stimoli sono ancora tanti e fino a  quando avrò uno staff cosi' forte che mi segue, andrò avanti", ha concluso.

Mondiali di sci - Doppietta austriaca nello slalom speciale ai Mondiali di sci di Garmisch. L'oro è andato a Marlies Schild, già al comando dopo la prima manche, con il tempo di 1'45''79. Medaglia d'argento per la connazionale Kathrin Zettel, staccata di 34 centesimi. Completa il podio la svedese Maria Pietilae-Holmner a 65 centesimi dalla vincitrice.

Rimonta a metà per Manuela Moelgg, che dopo il nono posto della prima manche, ha chiuso in sesta piazza a 1''86 dalla vetta. Undicesima Irene Curtoni, mentre Federica Brignone, argento iridato in slalom gigante, è uscita per un errore durante la prima prova. Si è gareggiato sulla pista del Gudiberg, un lungo e difficile muro con un dislivello di 210 m. Il cielo era coperto con temperatura di qualche grado sopra lo zero e fondo che si è ammorbidito soprattutto nella parte bassa del tracciato grazie ai passaggi delle atlete.

Guarda anche:

Orgoglio Usa, Ligety a stelle e strisce a Garmisch

Tutti i siti Sky