22 maggio 2011

Bolt, il re dello sprint vola per la prima volta a Roma

print-icon
bol

Il super campione olimpico Usain Bolt correrà per la prima volta a Roma, dopo 9 mesi di pausa

Dopo nove mesi di stop il primatista del mondo dei 100 e dei 200 torna in pista. Per la prima volta correrà nella capitale in occasione del Golden Gala di giovedì. "Sono in forma e sono pronto". Intanto, è già Bolt-mania in città. LE FOTO

FOTO: Marley e le Olimpiadi: ecco la divisa per Bolt - Bolt uomo jet in pista sulla nuova Ferrari

Per la prima volta sfreccerà sotto il cielo di Roma. E dopo nove mesi di pausa. Il ritorno in pista del super campione olimpico della velocità Usain Bolt onora la Capitale. E di certo non passerà inosservata la sua presenza in vista del Golden Gala in programma giovedì sera: il giamaicano torna in Italia, stavolta per correre sulla pista dello stadio olimpico per una delle edizioni più ‘in' (vista la lista dei partenti) del meeting capitolino di atletica leggera, terza tappa della Diamond League IAAF.

Il pezzo da novanta è proprio lui, che nel Belpaese non ha mai gareggiato: tre ori olimpici a Pechino su 100, 200 e 4X100. Sbarcherà nella Capitale lunedì pomeriggio, via Londra, e per tre giorni sarà il protagonista assoluto. Ha deciso di alloggiare però nell'albergo dell'organizzazione, la stessa location che ospita gli altri atleti a Villa Pamphili, e si allenerà allo stadio dei Marmi. In Italia è già stato per un tour con gli sponsor, lo scorso novembre, quando ha fatto visita alla Ferrari a Fiorano e ha anche visto l'Inter a San Siro. A Roma sarà però l'esordio assoluto della stagione che culminerà con i Mondiali ad agosto in Corea del sud, con vista sull'appuntamento olimpico del prossimo anno a Londra.

A Roma, dopo aver incontrato la stampa martedì mattina, si offrirà 'in pasto' ai suoi tifosi partecipando a un evento di uno dei suoi sponsor con giovani atleti e firmando autografi nello store dell'azienda di abbigliamento sportivo nella centralissima via del Corso. Alla vigilia del Golden Gala è atteso per un altro evento al centro Giulio Onesti dell' Acquacetosa e poi 'rifinitura' ai Marmi prima del grande evento.

"Sono in forma e sono pronto", ha fatto già sapere Bolt, che avrà nel connazionale Asafa Powell il rivale più agguerrito. C'è grande attesa per la performance del campione mondiale e olimpico che ogni volta muove gli appassionati: per la finale dei 100 metri ai prossimi Giochi di Londra il comitato organizzatore ha ricevuto oltre un milione di richieste di biglietti che non potranno naturalmente essere soddisfatte, visto che i posti disponibili sono 'solo' 40mila.

E a Londra lo sprinter giamaicano volerà subito dopo il meeting di Roma per assistere alla finalissima di Champions in programma sabato sera allo stadio di Wembley e che vedrà di fronte il Barcellona e il Manchester United di cui Bolt è tifosissimo. "Sono felice di correre a Roma il 26 sera - dice il giamaicano su un video che gira su YouTube - e poi andrò a vedere il Manchester a Londra. Barcellona ha già vinto un titolo questa stagione, anche il Manchester, e siamo pronti per vincere il secondo e andare sul 2-1”.

Guarda anche:
Bolt, smetto nel 2016 poi gioco con il Manchester United

Tutti i siti Sky