06 novembre 2011

L'ultimo salto di Hickstead, muore il campione dell'ippica

print-icon
hic

Hickstead montato da Eric Lamaze, cavallo pluridecorato (Getty)

Uno dei più grandi cavalli della storia è deceduto al Verona Jumping, unica tappa italiana del Gran Premio di Coppa del mondo di salto a ostacoli. La gara è stata sospesa. Le cause della morte sono ancora tutte da valutare

FOTO - Just cavalli, il quadrupede show in Usa e in Inghilterra - A casa di Varenne, il reportage fotografico di Francesco Cito

Hickstead, uno dei più grandi cavalli della storia dell'equitazione, è stramazzato a terra ed è morto in Fieracavalli durante il Verona Jumping, unica tappa italiana del Gran premio Coppa del mondo di salto ad ostacoli. Il Gp è stato sospeso. In memoria di Hickstead, 1' di silenzio e lunghissimo applauso del pubblico.

Hickstead, stallone olandese di 15 anni, alla fine del percorso che  veva concluso senza problemi, riportando solo un errore, mentre si avviava all'uscita del campo di gara ha cominciato a barcollare e infine si è accasciato al suolo senza più riprendersi. Il responso sulla cause della morte di Hickstead è rinviato agli esiti dell'autopsia che sarà eseguita nei prossimi giorni. I veterinari di servizio non hanno potuto che constatare il decesso del cavallo. La scelta di sospendere la competizione è stata motivata dal desiderio di "esprimere affetto e gratitudine, nei confronti di uno dei più grandi cavalli della storia dell'equitazione e del suo cavaliere Eric Lamaze".

Veronafiere, il comitato organizzatore e gli sponsor comunicano di aver accolto "con assoluta approvazione la richiesta dei cavalieri di non proseguire la gara".

Tutti i siti Sky