Caricamento in corso...
06 novembre 2011

Paura nella notte, Abu Dhabi naufraga nella Volvo Ocean Race

print-icon
vol

Il veliero Abu Dhabi Ocean Racing, skipper Ian Walker

Il veliero degli Emirati Arabi impegnato nel giro del mondo a vela si trovava ad una trentina di miglia nautiche a sud di Cartagena, in Spagna. Poche ore prima aveva preso parte ad una delle regate anche Zinedine Zidane: "E' stato bellissimo"

Il veliero degli Emirati Arabi Abu Dhabi, impegnato nella Volvo Ocean Race (il giro del mondo velistico partito da Alicante, in Spagna) è naufragato mentre si trovava ad una trentina di miglia nautiche a sud di Cartagena. L'equipaggio è stato tratto in salvo, secondo quanto ha fatto sapere il navigatore Jules Salter, che è riuscito a mettersi in contatto con gli organizzatori. Al momento del naufragio il vento soffiava a 30 nodi, e c'erano onde alte più di tre metri.

"Non c'è stato panico a bordo - ha detto - ed ora prevediamo di fare le necessarie riparazioni". E ora stanno tutti bene i marinai dell'equipaggio di Azzam. Il navigatore Jules Salter ha rassicurato il centro operativo della Volvo Ocean Race che stanno tentando di recuperare quanto possibile dell'albero. "Non c'è panico a bordo e stiamo pianificando di tornare a motore nel corso della notte per poter effettuare le riparazioni".

Al momento dell'incidente la barca si trovava come detto 30 miglia a sud di Cartagena, lungo la costa spagnola. Il vento era di intensità intorno ai 30 nodi e le onde di circa 3 metri e mezzo. Il servizio di soccorso in mare di Cartagena è stato informato e resta in stand-by in caso il team necessiti assistenza. La centrale operativa della Volvo Ocean Race è in contatto costante con il team per stabilire esattamente il danno in modo da dare il massimo supporto all'equipaggio e aiutarlo nel gestire la situazione. Lo shore team di Azzam sta lavorando a un piano di emergenza per fare in modo che la barca possa riprendere la regata il prima possibile.

Nelle ore precedenti a bordo di Abu Dhabi aveva preso parte ad una delle regate l'ex fuoriclasse del calcio Zinedine Zidane. "E' stato bellissimo - aveva commentato Zizou - ma credevo che l'imbarcazione fosse più grande. A lungo andare, non so come gli undici ragazzi a bordo possano ancora sopportarsi al termine delle competizioni".

Problemi anche per la barca cinese - La barca cinese Team Sanya, la prima di questa nazione a partecipare alla regata, ha avuto problemi allo scafo. "La situazione è sotto controllo, nessuno è ferito, stiamo tutti bene ma siamo molto delusi", ha affermato Mike Sanderson al centro di controllo della regata. La barca si trovava a circa 30 miglia a sud-est di Motril, sulla costa spagnola con condizioni meteo dure, circa 43 nodi di vento e mare molto formato.

Tutti i siti Sky