23 gennaio 2012

Sci, Deville ci prende gusto: a Schladming riprovo a vincere

print-icon
dev

La gioia di Deville a Kitzbuehel dopo la vittoria di domenica

Martedì in calendario un altro speciale maschile. "Dopo la vittoria di Kitzbuehel voglio fare un'altra grande gara nello slalom notturno di Schladming, sulla pista Planai. E' una gara con 50mila spettatori e voglio dare ancora spettacolo". FOTO E VIDEO

"Domani ci riprovo. Dopo la vittoria di Kitzbuehel voglio fare un'altra grande gara nello slalom notturno di Schladming, sulla pista Planai. E' una gara con 50 mila spettatori tutti intorno al traguardo, un tifo enorme, una grande spettacolo. Ed anche io voglio  dare ancora un bello spettacolo".

Il giorno dopo il trionfo di Kitzbuehel, dunque, Cristian Deville è ancora pieno di gioia e di emozione per l'impresa compiuta: prima di lui solo Piero Gros ed Alberto Tomba erano riusciti - in 72 anni di gare - a vincere nello slalom di Kitzbuehel. "Ho passato una notte tranquilla e ho riposato bene. Ieri, dopo la gara, ho fatto un po' di festa con i compagni di squadra e con i miei tifosi - racconta il 31 enne campione trentino - che erano venuti a sostenermi a Kitzbuehel. Un paio di birre e niente più, ma tanta allegria. Poi con la squadra ci siamo subito trasferiti a Schladming. E qui sinora ho passato il tempo a leggere e a rispondere a tantissimi sms e messaggi di congratulazioni: più di 300. Una gran piacere, una bella soddisfazione".

Sono piaceri e soddisfazioni che Deville è intenzionato a rinnovare presto, magari già martedì in quella che nel mondo dello sci è conosciuta come 'The nightrace', la gara in notturna che richiama migliaia e migliaia di tifosi che trasformano lo stadio d'arrivo della pista Planai in una vera e propria bolgia. "Il mio miglior risultato in questa gara - aggiunge Deville - è stato l'ottavo posto dello scorso anno".

Ma martedì l'azzurro può certamente far di più, molto di più, visto il micidiale tabellone di marcia che Deville ha realizzato in questa sua splendida stagione: su sei gare disputate ha ottenuto tre podi con un primo, un secondo ed un terzo posto. Nelle altre tre gare è stato due volte sesto e una volta quarto. Insomma: sempre e comunque tra i migliori. "Sembra che domani faccia un po' più freddo e che così la pista diventi un po' più dura e garantisca una bella gara", aggiunge Deville.

In effetti a Schladming, dopo giorni di pioggia e soprattutto di neve, il cielo è coperto con temperatuea che viaggiano sopra lo zero di qualche grado. Anche per martedì è previsto cielo coperto con  nevicata ma con le temperature un po' in discesa. In ogni caso, Deville ha dimostrato di saper ormai rendere al meglio in tutte le condizioni di tempo e di pista. La Planai è tutta una grande muro che non lascia tregua agli atleti.



Quella di martedì sarà la 16/a edizione della gara. Sinora l'Italia è salita sul podio quattro volte: due vittorie con Alberto Tomba nelle prime due edizioni e un secondo e un terzo posto di Manfred Moelgg nel 2004 e nel 2008. Moelgg sarà della partita anche stavolta, su un tracciato che evidentemente gli  piace. Poi ci sono, caricatissimi, anche gli altri slalomisti azzurri che stanno passando un momento di grazia: Stefano Gross, Giuliano Razzoli e Patrick Thaler.

Tutti i siti Sky