Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
09 settembre 2012

Pellegrini e il nuovo allenatore: "Lucas? E' un'opzione"

print-icon
fed

Federica Pellegrini e Philippe Lucas in una conferenza del 2011

Dopo la separazione con Rossetto, Federica tornerà in vasca il 15 settembre a Verona con il preparatore atletico Matteo Giunta: "Non ho ancora scelto, sto valutando una rosa di nomi tra cui quello di Philippe, ma non c'è stato nessun incontro"

"Non ho ancora scelto chi sostituirà Rossetto, sto valutando una rosa di nomi tra cui quello di Philippe Lucas, ma non c'è stato nessun incontro ufficiale, né tanto meno ho fatto il suo nome alla Federazione". Così Federica Pellegrini in una conversazione con l'ANSA a Montecatini Terme. Rispondendo alla domanda se ci fosse già stato un incontro con Lucas, la Pellegrini ha replicato: "Ultimamente nessun incontro, anche se ci siamo incontrati spesso in tutte le competizioni internazionali".

"Ieri alla Federnuoto - ha spiegato - ho semplicemente comunicato la mia intenzione di scegliere Verona come pianta stabile per i miei allenamenti. Ho bisogno di tranquillità dopo un periodo di eccessiva esposizione mediatica. Ho bisogno di qualcuno che mi segua con attenzione e di concentrazione".

Se la campionessa non ha dunque ancora sciolto la riserva dopo il divorzio dall'allenatore Claudio Rossetto, ha precisato che il 15 settembre tornerà in acqua per ricominciare la sua preparazione atletica. "L'unico nome che posso fare in questo momento è quello di Matteo Giunta, che sarà in questa fase di transizione il mio preparatore atletico". Il rapporto con Lucas, l'ex allenatore con cui ho vinto due ori ai Mondiali di Shanghai 2011, si era interrotto perché l'azzurra non voleva seguirlo a Parigi e lo stesso tecnico non voleva allenarla a Verona. Ma le circostanze adesso sono cambiate, ritiene che possa decidere di allenarla in Italia? "Francamente non lo so".

L'obiettivo di Federica Pellegrini adesso è dunque quello di trovare un tecnico che possa seguirla a tempo pieno, e che la possa guidare per il prossimo quadriennio, considerando che l'olimpionica ha deciso di prendersi un periodo di tranquillità. Sarà questo un anno soft - come lei stessa ha ricorda -, in cui si cimenterà nelle gare brevi di dorso, e ai Mondiali di Barcellona nella prossima estate nella staffetta 4x200 stile libero. Da sabato prossimo, comunque, si riparte.