20 gennaio 2013

Wengen, Moelgg e Gross 4° e 5°. Il SuperG donne a Rebensburg

print-icon
neu

Il tedesco Felix Neureuther in azione tra i pali stretti

Lo slalom speciale di Coppa del Mondo di Wengen è stato vinto dal tedesco Neureuther davanti all'austriaco Hirscher e al croato Kostelic. Tre azzurri nelle prime 10 posizioni, a Cortina 20ma la Merighetti

Lo slalom speciale di Coppa del Mondo di Wengen è stato vinto dal tedesco Felix Neureuther in 1.50.33 (suo padre Christian vinse qui per ben tre volte) davanti all'austriaco Marcel Hirscher in 1.50.74 e al croato Ivica  Kostelic (12° podio in carriera nella località elvetica) in 1.50.78.

Con una buona prestazione di squadra, miglior azzurro è stato Manfred Moelgg, che era 10° dopo la prima  manche e ha chiuso quarto in 1.50,99. Lo segue al 5° posto in 1.51.15 il trentino Stefano Gross (sesto dopo la prima manche) mentre è 7° Giuliano Razzoli, 14° dopo la prima manche, che ha chiuso in 1.51.57. Ha così ipotecato forse un possibile quarto posto nella squadra italiana ai Mondiali insieme a Moelgg, Deville e Gross.

Per l'Italia - con una seconda manche che ha visto sbucare il sole e un tracciato più filante di quello della prima discesa - ci sono poi Patrick Thaler 17° in 1.52.32 e Cristian Deville 19° in 1.52.50  La prossima tappa di coppa del mondo è a Kitzbuehel, nel tempio dello sci, in Austria: venerdì supergigante, sabato discesa, domenica slalom speciale con le ultime due gare che valgono anche per la combinata. Sarà la seconda e ultima combinata stagionale di cdm. Gli azzurri arrivano a Kitzbuehel, ultima tappa prima dei Mondiali se si eccettua il parallelo di fine gennaio a Mosca, con un caricatissimo Cristof Innerhofer dopo la vittoria a Wengen e con Cristian Deville che lo scorso anno si impose nello slalom speciale nella cittadina austriaca.

L'austriaco Reinfried Herbst oggi ha sperimentato, agganciata agli occhiali, una minitelecamera che dovrebbe, come nell'automobilismo, dare in tv le immagini soggettive della gara. Un altro test è previsto fra una settimana, a Kitzbuehel: il tutto per verificarne la possibile introduzione ai Mondiali di Schladming, il mese prossimo.

Male le azzurre a Cortina - Il Supergigante di Coppa del mondo femminile a Cortina d'Ampezzo, che si è disputato sotto una fitta nevicata, è stato vinto dalla tedesca Viktoria Rebensburg in 1'16"45, davanti all'austriaca Nicole Schmidhofer, primo podio in carriera, in 1'16"78 e a Tina Maze, in 1'16"79. La slovena, al 16° podio stagionale, consolida così il primato in Coppa del mondo, scavalcando la statunitense Lindsey Vonn - oggi 7ma, in 1'17"28 - in testa alla classifica di Supergigante.

Italia in evidente disagio con queste condizioni meteo: Daniela Merighetti ha chiuso in 20ma posizione, con 1'18"32, seguita da Nadia Fanchini (1'18"64). Ancora più indietro Lisa Agerer, in 1'19"15, e Verena Stuffer (1'19"79), mentre Elena Curtoni ha saltato una porta e non ha finito la gara.  Si è gareggiato sulla pista Olympia delle Tofane, ma su un tracciato di Supergigante accorciato proprio a causa del maltempo. La Coppa del mondo donne si sposta adesso in Slovenia, a Maribor, dove sabato e domenica prossimi si disputeranno un gigante e uno speciale.

Tutti i siti Sky