09 aprile 2013

Pellegrini regina dei 100 dorso, Dotto trionfa nei 100sl

print-icon

Il primo giorno di gare agli assoluti di nuoto di Riccione fa registrare 6 pass per i prossimi mondiali di Barcellona: il velocista veneto, Scozzoli e Pesce nei 50 rana, Detti e Paltrinieri nei 1500 e la 4x100sl. Fede vince ma non trova la qualificazione

Il primo giorno di gare agli assoluti primaverili, aperti allo Stadio del Nuoto di Riccione, registra cinque atleti sotto al tempo limite per i prossimi campionati mondiali di Barcellona, la qualificazione della staffetta maschile 4x100 stile libero e una serie di riscontri cronometrici di grande rilievo. I protagonisti sono Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti nei 1500, Luca Dotto nei 100 stile libero, Mattia Pesce e Fabio Scozzoli nei 50 rana, ma c'è spazio anche per il primo titolo di Federica Pellegrini nei 100 dorso e di Stefania Pirozzi, a 25/100 dalla qualificazione iridata nei 200 farfalla.

Scozzoli secondo -
La sorpresona di giornata arriva nei 50 rana più veloci di sempre e dall'esito imprevedibile. Mattia Pesce (Fiamme Oro Roma/Forum Sport Center) nuota il primato personale con il tempo di 27"32, diventa il terzo performer italiano di sempre, il migliore stagionale mondiale e porta sotto al tempo limite di 27"50 per i mondiali di Barcellona il vice campione del mondo Fabio Scozzoli (Esercito/Imolanuoto), nonchè primatista europeo in 27"17, secondo in 27"38.

Importanti conferme negli 800
-  La risposta mondiale al 7'43"61 del canadese Ryan Cochrane e del 7'45"60 del cinese 14'48"10 Sun Yang è italiana. Porta il nome di due giovani in piena crescita, plasmati giorno dopo giorno al centro federale di Ostia dal tecnico federale Stefano Morini. Si chiamano Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti, autori rispettivamente di 7'48"22 e 7'48"43, entrambi primati personali ed entrambi sotto al tempo limite per la qualificazione ai campionati mondiali di Barcellona di 7'53"00.

Dotto domina i 100
- Buona prova di Luca Dotto (Forestale/Larus Nuoto), che vince la gara regina in 48"46, precedendo Luca Leonardi e Marco Orsi, entrambi sopra i 49". Il padovano di Tombolo, che compirà 23 anni il prossimo 18 aprile, nuota con scioltezza e chiude a 22/100 dal personale, eppure non è pienamente soddisfatto.

Fede vola anche a dorso - Pellegrini Sorpresa tra gli applausi anche nei 100 dorso femminili, che vince Federica Pellegrini (CC Aniene) col primato personale di 1'00"69 avanti a Elena Gemo (Forestale/CC Aniene), seconda in 1'01"55, ed alla primatista italiana Arianna Barbieri (Fiamme Gialle/Azzurra 91), terza in 1'01"62 e molto lontana dal record di 1'00"25. La Divina, che in mattinata aveva eguagliato il precedente di 1'01"76, nuota con tanta qualià e leggerezza, issandosi al secondo posto tra le performer italiane all time e conquistando il posto nella 4x100 mista qualora la staffetta dovesse qualificarsi ai Mondiali (tl frazionista a dorso 1'00"70). "Sono sorpresa e contenta - racconta la campionessa di tutto nei 200 stile libero, nonchè primatista mondiale dei 200 e 400 sl - Anche al Trofeo di Milano avevo nuotato una buona gara. Il dorso resta un divertimento. Lo nuoto per vivere il 2013 con più leggerezza. Penso che a livello mondiale non sia un tempo competitivo, ma non è importante. In Italia ho vinto il titolo assoluto ed è una grande soddisfazione".

Le altre gare - Nelle altre finali, successi di Stefania Pirozzi (Fiamme Oro Roma/CC Napoli) nei 200 farfalla col primato personale di 2'08"75, a 25/100 dal tempo iridato; di Martina De Memme (Esercito/Nuoto Livorno) nei 400 stile libero in 4'10"54 e di Matteo Milli (CC Aniene) col primato personale di 54"73 nei 100 dorso orfani del pluricampione italiano Mirco Di Tora, che ha rinunciato allo spareggio per la finale A condizionato da un problema al capolungo del bicipite subentrato nei giorni scorsi in fase di scarico. La prima giornata registra, infine, anche la qualificazione della staffetta veloce grazie alla somma dei migliori quattro tempi al via dei 100 stile libero maschili: Luca Dotto 48"46, Luca Leonardi 49"13, Marco Orsi 49"14, Filippo Magnini 49"20. Qualificazione per la staffetta e per Dotto. Successo della staffetta dell'Esercito nella 4x100 stile libero in 3'44"18 con Erika Ferraioli 55"52, Alice Nesti 56"94, Alice Carpanese 56"08 e Laura Letrari 55"64.

Tutti i siti Sky