Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
27 luglio 2013

Mondiali, Grimaldi oro nella 25 km. Tuffi: Cagnotto quarta

print-icon
mar

Martina Grimaldi mostra felice la sua medaglia d'oro. L'azzurra ai Mondiali di Barcellona ha vinto la 25km (Getty)

OTTAVA GIORNATA. A Barcellona la nuotatrice bolognese vince al fotofinish battendo la tedesca Maurer e regala all'Italia la prima e unica medaglia nel fondo. Nel trampolino da 3m la bolzanina sfiora il bronzo, sesta la Marconi. Setterosa eliminato

Un oro storico quello di Martina Grimaldi. La bolognese è stata brava nel reagire alla delusione del 12esimo posto nella 10 km, la "sua" gara (che le valse il bronzo olimpico un anno fa a Londra). La 25 km oggi per lei era una incognita, sapendo però di avere alle spalle molto allenamento per poterci credere. Martina ha condotto con astuzia la gara, sempre in testa. A 5 km dal termine ha risposto all'attacco della brasiliana Cunha poi ad 1 km dal traguardo ha forzato il ritmo decidendo di lanciare la volata con il gruppetto delle rivali. Un arrivo al fotofinish con la mano della Grimaldi davanti a tutte. Il suo tocco al traguardo precede di un decimo-di-secondo quello della tedesca Maurer. A 7 decimi l'americana Fabian.

La bella giornata del fondo azzurro viene completata dal quarto posto di Alice Franco, bronzo due anni fa a Shanghai. In precedenza l'unico oro mondiale femminile per l'Italia nella 25Km l'aveva conquistato Viola Valli ai Fukuoka nel 2001.                

"E' stato un Mondiale in salita ma alla fine è andata bene" - Grande gioia per l'atleta delle Fiamme oro, che a fine gara commenta: "Mi sono detta che dovevo resistere e che dovevo portare a casa qualcosa. In queste tre gare (oltre alla 25 km di oggi, ha partecipato anche alla 5 e 10 km, ndr) ho retto bene e adesso sono contenta. Dedico questo oro a tutti quelli che mi sono stati vicino e mi hanno seguito in questi giorni".

Tra gli uomini, sulla stessa distanza, oro al tedesco Thomas Lurz. L'arrivo allo sprint, in una gara-maratona nuotata ad una andatura molto sostenuta, una delle più veloci di sempre (4h 47' 27"). Il secondo oro qui a Barcellona per Lurz che chiude con 4 medaglie conquistate: 2 ori, 1 argento, 1 bronzo. Alle sue spalle il belga Richeman e lo statunitense Meyer. Settimo l'azzurro Simone Ruffini, staccato di 15 secondi. Indietro Valerio Cleri.

Tuffi, trampolino 3m - Grossa delusione per le azzurre nella finale dal trampolino da 3m. Soprattutto per Maria Marconi: l'azzurra, addirittura seconda dopo la terza serie di tuffi, paga un clamoroso errore nel quarto tuffo che l'ha di fatto estromessa dalla corsa per le medaglie chiudendo sesta. Stessa sorte ma con modalità diverse per Tania Cagnotto, la regolarità della bolzanina non ha condotto oltre il quarto posto. L'oro è andato alla cinese He Zi, argento per la connazionale Wang Han. Bronzo per la canadese Ware.

La delusione della Cagnotto - "E' un quarto posto che non brucia perchè questo Mondiale per me era già da dieci come voto". Sorride Tania Cagnotto nonostante il podio mancato nei tuffi da tre metri ai Mondiali di nuoto a Barcellona. "Ho iniziato malino - aggiunge l'azzurra - mi è mancato l'allenamento, da un metro basta la pulizia e la tecnica dai tre no. Quest'anno farò sicuramente meno gare e farò più preparazione atletica. Confermo - aggiunge la Cagnotto - che è stato il mio Mondiale più bello. Peccato per Maria (Marconi, ndr), era lì, ha lasciato i tuffi più rognosi alla fine. Credo comunque sia contenta così, ha fatto un bel punteggio e una bella gara".

Pallanuoto -
Non sono bastati quattro tempi regolamentari e due supplementari per stabilire chi tra azzurre e greche avesse diritto di accedere ai quarti di finale. Ai rigori l'ha spuntata 13-12 la Grecia, con un giallo all'ultimo rigore non tirato da Bianconi. L'arbitro ha infatti decretato la vittoria greca per il mancato tiro della Bianconi. Il Setterosa saluta il Mondiale.