19 settembre 2013

La dura vita degli accreditati, quanti divieti da rispettare

print-icon
mol

Non solo i tifosi, anche fotografi e giornalisti devono restare a distanza dai golfisti

LA CURIOSITA' . Regole rigide per giornalisti e fotografi che seguiranno l'Open d'Italia. Un vero e proprio decalogo è stato distribuito in sala stampa. Un esempio: inginocchiarsi per non disturbare la vista del pubblico. La pena? Ritiro dell'accredito

Uno dei documenti più divertenti distribuiti in sala stampa riguarda le regole per i giornalisti e i fotografi, il popolo degli accreditati che nel golf deve tenere un comportamento diverso da quello tollerato. Ad esempio: "E' vietato intervistare i giocatori e/o chiedere di posare per una foto durante le sessioni di pratica". Dite che sono raccomandazioni di buon senso? Il documento ricorda che "qualora le regole elencate non venissero rispettate, l'accredito sarà ritirato".

Dunque, macchine fotografiche sì, ma "silenziate". Interviste proibite negli spogliatoi.

E poi un vero e proprio codice di comportamento per chi, grazie all'accredito, è più vicino di altri al campo di gara:

- i giornalisti devono stare ad una massima distanza di un braccio dalle corde, quando all'interno delle stesse;

- è vietato salire sui tee;

- è richiesto di inginocchiarsi se fermi, in modo da non impedire la vista al pubblico;

- è vietato posizionarsi sulla linea di gioco o nella visuale di un giocatore. Se richiesto di spostarsi da un giocatore, da un suo caddie o da un giudice arbitro, il fotografo lo farà senza discutere;

- è vietato l'uso dei flash;

- una volta che il giocatore è posizionato sulla palla, non sono consentite foto fino a quando il colpo non è stato completato.

Tutti i siti Sky