Caricamento in corso...
09 marzo 2014

Kranjska Gora, vince Neureuther. Thaler giù dal podio

print-icon
neu

Felix Neureuther si aggiudica lo slalom di Kranjska Gora

Il tedesco beffa Mario Matt che cade a pochi metri dal traguardo. Secondo l'altro tedesco Fritz Dopfer, terzo tempo per il norvegese Henrik Kristoffersen. L'azzurro recupera tre posizioni. Decimi Manfred Moelgg e Stefano Gross

Non si ripete Mario Matt, oro a Sochi, e dopo aver fatto registrare il miglior tempo nella prima manche cade a pochi metri dal traguardo quando, comunque, era in ritardo su Felix Neureuther che si aggiudica lo slalom di Kranjska Gora. Secondo posto per l'altro tedesco Fritz Dopfer, terzo il norvegese Henrik Kristoffersen.

Ottima la prova per l'italiano Patrick Thaler che dal settimo posto della prima manche è riuscito a salire al quarto, a un passo dal podio. Per quanto riguarda gli altri azzurri Stefano Gross e Manfred Moelgg hanno fatto registrare lo stesso tempo finale piazzandosi al decimo posto. Più indietro, invece, Giuliano Razzoli solo quattordicesimo.

Felix Neureuther, vittima di un incidente d'auto poco prima di Sochi che gli aveva impedito di rendere al meglio sulle nevi russe, si è dunque preso subito una rivincita nello speciale di cdm. Niente podio Thaler come detto - due li ha conquistati nei mesi scorsi - ma un piazzamento bello anche se, ovviamente, amaro. Giuliano Razzoli non ce l'ha così fatta, per soli sei punti, a conquistarsi un posto nella prossima ultima gara, alle Finali di Lenzerheide.

Lo slalom di Kranjska - in una giornata perfetta con sole ma con pista dura che ha tenuto benissimo - è stato più che mai mozzafiato. Il grande sconfitto è stato Mario Matt, oro a Sochi. Marcel Hirscher, quinto, è riuscito per il rotto della cuffia a passare in testa alla classifica generale di coppa con 1.050 punti. Neureuther con 470 punti lo ha invece superato in quella di speciale: Hirscher lo segue con 465 e poi c'è Kristoffersen con 430. Tutto si deciderà in uno scontro a tre nell'ultima gara.

La coppa del mondo, infatti, trasloca  in Svizzera per la Finale 2013-'14 con  gare in ogni disciplina dal 12 al 16 marzo. Si comincia mercoledì con la discesa donne e quella uomini. Alle Finali possono andare unicamente, sulla base dei punteggi di coppa, i primi 25 atleti di ogni disciplina oltre al campione mondiale juniores. Ci saranno da assegnare le due coppe del mondo uomini (Hirscher con 1.050 punti contro il norvegese Aksel Svindal con 1.046)  e donne (Maria Hoefl-Riesch con 1.180 punti contro contro Anna Fenninger con 1.151) e varie coppe di disciplina. Sono invece già state assegnate quelle di discesa e supergigante uomini, conquistate  da Svindal, e quella di speciale donne vinta in anticipo dalla statunitense Mikaela Shriffrin. Purtroppo per l'Italia - in una stagione deludente con una sola vittoria (Dominik Paris) e sette terzi posti in tutto tra uomini e donne (due podi per Thaler, due per Peter Fill, due per Elena Fanchini ed uno per Manfred Moelgg) - nessun azzurro è in corsa per qualche coppa.

Tutti i siti Sky