19 luglio 2014

Coppa America: Team Australia rinuncia alla sfida del 2017

print-icon
tea

La sfida tra il Team Australia e Oracle non potrà ripetersi nel 2017. L'equipaggio australiano ha deciso che non parteciperà alla prossima edizione (Getty)

L'equipaggio australiano tira i remi i barca ed annuncia che non parteciperà alla prossima edizione dell'America's Cup che si disputerà nel 2017. Era lo sfidante ufficiale del 'defender' statunitense Oracle. Luna Rossa risponde presente.

I vertici dell'Hamilton Island yacht club hanno comunicato agli organizzatori della 35/a America's Cup di vela di voler ritirare il Team Australia dalla competizione, rinunciando al ruolo di sfidante ufficiale del 'defender' Oracle. "Siamo molto delusi da questa notizia", ha detto Russell Coutts, esponente di spicco di Oracle. "Eravamo entusiasti di avere accettato la sfida del team australiano, anche in relazione al fatto che è nostra intenzione organizzare le World Series (tappe di avvicinamento alla fase finale) di Coppa America proprio in casa loro. Il nostro obiettivo è di andare avanti con gli equipaggi che hanno già presentato le sfide e le squadre che hanno manifestato l'intenzione di lanciarla entro l'8 agosto, giorno in cui scadrà il termine per l'iscrizione.

Nel frattempo, la società che organizza la storica competizione continua a sondare il terreno per scegliere una sede destinata a ospitare la fase finale del trofeo. Entro ottobre, fanno sapere dal Team Oracle, si arriverà una scelta definitiva. Le località pre-selezionate sono San Diego, in California e le Bermuda.

Ad oggi, a scendere in acqua per la Coppa America ci saranno gli svedesi di Artemis Racing, i neozelandesi di Emirates team New Zealand e Luna Rossa di Patrizio Bertelli. A loro potrebbe presto aggiungersi un sodalizio francese capeggiato da Franck Cammas.

Tutti i siti Sky