Caricamento in corso...
21 ottobre 2014

Pistorius, la sentenza: condanna a 5 anni, è in carcere

print-icon

Il giudice Thokozile Masipa ha letto la sentenza a carico dell'ex paralimpico, colpevole di omicidio colposo della fidanzata. "Frutto di un bilanciamento tra condanna, deterrenza e riabilitazione". Già trasferito nella prigione di Pretoria

Nel tribunale Superiore di Pretoria il giudice del caso, Thokozile Masipa, ha letto questa mattina la sentenza a carico di Oscar Pistorius, condannato per l'omicidio colposo della fidanzata: 5 anni di reclusione per aver ucciso a colpi di pistola Reeva Steenkamp. Pistorius è già stato trasferito nella prigione Kgosi Mampuru II di Pretoria. Secondo il suo avvocato il campione di Atletica dovrà scontare almeno un sesto della pena (10 mesi) in carcere, prima di poter chiedere la libertà vigilata. Pistorius è stato condannato anche ad altri tre anni per possesso di armi da fuoco, ma questa sentenza è sospesa con la condizionale. L'ex atleta è stato quindi portato in una cella dell'Alta Corte di North Gauteng, in attesa di essere trasferito in carcere.


Le motivazioni -
La Masipa, che con cura maniacale ha ripercorso le fasi del processo, aveva detto che la sentenza doveva essere frutto di un bilanciamento tra condanna, deterrenza e riabilitazione. "La sentenza è qualcosa che deve raggiungere un corretto equilibrio" e non è - ha aggiunto- "un esercizio perfetto".  Dopo aver annunciato la sentenza di condanna a cinque anni di carcere per Oscar Pistorius, la Masipa ha spiegato: “La seguente è ciò che considero una sentenza equa e giusta sia nei confronti della società, sia dell'accusato”. Il giudice ha anche detto come una “sentenza senza custodia cautelare, avrebbe lanciato un messaggio difficile da capire alla comunità. Sarebbe un giorno triste per questo Paese se si creasse l'impressione che c'è una legge per i ricchi e famosi, e una legge per i poveri".

La famiglia di Reeva è soddisfatta - La famiglia di Reeva Steenkamp, la ragazza uccisa da Oscar Pistorius, ha fatto sapere di essere soddisfatta della condanna a cinque anni di carcere. Lo ha riferito il loro avvocato. "Sono molto contento", ha detto il padre della ragazza. La Pubblica accusa, invece, non ha ancora deciso se fare appello contro la sentenza.




Tutti i siti Sky