Caricamento in corso...
04 dicembre 2014

4x200 sl azzurra d'argento. Bronzo per la 4x50 mista-mista

print-icon

Seconda giornata dei mondiali in vasca corta a Doha e prime due medaglie per l'Italia con le due staffette. Magnini trascina la 4x200 alle spalle degli Usa, Scozzoli la 4x50 mista-mista

A Doha tutti in vasca corta per il secondo giorno dei Mondiali. Le attese azzurre erano tutte sulla la staffetta maschile 4x200sl (con D’Arrigo, Belotti, Di Fabio e Magnini) che non ha deluso le attese. Gli azzurri, entrati in finale con il miglior tempo delle batterie (nuovo Record Italiano, 6’54”70), hanno chiuso al secondo posto in 6'51''80 ritoccando ulteriormente il record italiano. Un argento meraviglioso grazie a uno strepitoso finale di Filippo Magnini in ultima frazione: 1'42''07. L'oro è andato agli Stati Uniti. Bronzo per la favoritissima Russia.

Poco dopo è arrivata anche la seconda medaglia per l'Italia, con la staffetta 4x50 mista-mista che, trascinata da Fabio Scozzoli, conquista il bronzo con il nuovo primato italiano alle spalle di Brasile e Gran Bretagna. Sesta l'altra staffetta finalista oggi, la 4x50 mista maschile. Buone notizie sono arrivate dalla velocità, con Orsi che ha staccato il pass per la finale dei 50 sl e la Di Pietro che con il nuovo record italiano sarà ai blocchi nella finale dei 50 farfalla.

4x200 sl uomini, argento per l'Italia - Arriva finalmente la prima medaglia per l'Italia grazie a una meravigliosa 4x200 sl. D'Arrigo, Belotti, Di Fabio e Magnini si sono dovuti inchinare solo agli Stati Uniti. Solo bronzo per la favoritissima Russia. 4x50 mista-mista, bronzo per l’Italia - Bonacchi, Scozzoli, Di Pietro e Ferraioli conquistano il bronzo nuotando in 1’37’’90, nuovo primato italiano. L’oro va al Brasile, argento per la Gran Bretagna. Solo quarti gli Stati Uniti. 4x50 mista uomini, azzurri sesti – Il primo oro di giornata va al Brasile, che stabilisce anche il nuovo record del mondo in 1’30’’5. Argento per la Francia, bronzo per gli Stati Uniti. Gli azzurri (Bonacchi, Scozzoli, Rivolta, Orsi) chiudono sesti in 1’32’’68.

100 farfalla uomini, oro a Le Clos – Oro e nuovo record del mondo per il sudafricano che chiude in 48’’44. Argento per l’americano Shields. Bronzo per l’australiano D’Orsogna. Fuori dal podio Loche e l’ex primatista del mondo Korotyshkin.

100 rana uomini, oro a Felipe Franca da Silva –
Il brasiliano vince in 56’’29 beffando il britannico Peaty. Bronzo per il francese Perez-Dortona. Fuori dal podio il campione olimpico Van Der Burgh.

100 dorso donne, oro alla Hosszu
- Primo successo in questo mondiale per l’ungherese. E che successo. La Hosszu trionfa in 55’’03 stabilendo il nuovo record del mondo. Argento per l’australiana Seebohm. Bronzo per l’ucraina Zevina.

800 sl donne, oro alla Belmonte –
Terzo oro a questi campionati per la spagnola Mireia Belmonte in 8’03’’41. Argento per la britannica Carlin, bronzo per l’olandese Van Rouwendaal. Fuori dal podio una stanchissima Hosszu.

50 rana donne, oro per la Meilutyte
- Ruta non stabilisce il nuovo primato del mondo come al solito. Il suo 28''84 però le permette di battere in extremis la Atkinson e di conquistare l'oro davanti alla giamaicana. Bronzo per l'olandese Nijhuis.

100 dorso uomini, oro a Larkin –
Tutti si aspettavano il campione olimpico, l’americano Grevers, ma a spuntarla è l’australiano Larkin in 49’’57. Grevers si deve accontentare del bronzo a pari merito con il giapponese Irie. Argento per il polacco Kawecki.

400 misti uomini, doppietta giapponese
– Non c’è Lochte ed a fare la voce grossa allora è il Giappone con Seto oro e Hagino argento. Il giapponese vince l’oro in 3’56’’33. Il bronzo va all’ungherese Verraszto.

50 sl uomini, Orsi in finale -
Il bolognese vince la sua semifinale, la prima, in 21'07 e stacca il pass per la finale, dove ha ambizioni di medaglia, con il quarto tempo complessivo.
50 farfalla donne, Di Pietro in finale -
Silvia stabilisce il nuovo primato italiano in 25'43, chiude terza la seconda semifinale ma stacca il pass per la finalissima con il quarto crono d'ingresso.

100 stile donne, niente finale per la Ferraioli
– Non è bastato ad Erika Ferraioli lo stesso tempo nuotato al mattino, 52’’87, per entrare nella finale della gara regina. L’azzurra ha chiuso sesta nella seconda batteria: 13esimo tempo complessivo.

Tutti i siti Sky