06 febbraio 2015

Bode Miller operato alla gamba: il suo Mondiale è finito

print-icon
bod

Il campione statunitense, infortunatosi nel SuperG di ieri , è stato operato al tendine del flessore: dovrà dire addio a Beaver Creek e fermarsi almeno due mesi. Il suo commento su Twitter: "Mi sento fortunato, poteva andare molto peggio"

Lo statunitense Bode Miller è costretto a lasciare i Mondiali di sci alpino di Vail-Beaver Creek dopo l'infortunio subito nella caduta che ha interrotto la sua discesa nel supergigante. Il campione 37enne è stato ricoverato e sottoposto ad un intervento chirurgico in un ospedale di Vail, in Colorado, a un tendine del flessore, come ha reso noto la Federsci americana e poi lo stesso atleta, su Twitter.

Il campione di Easton è rimasto impigliato con un braccio in un palo e ha cominciato a girare velocemente su se stesso cadendo sulla schiena e riportando un profondo taglio alla gamba destra, poco sopra il polpaccio, che si è procurato a causa dell'impatto con la lamina di uno sci. Al momento della caduta, Bode Miller era nettamente al comando della prova. Il supergigante era stata la prima gara di Miller in questa stagione dopo aver subito un intervento chirurgico alla schiena dieci mesi fa. Dopo l'intervento, ha scritto su Twitter: "Mi sento fortunato perché poteva andare molto peggio". I tempi di recupero non saranno inferiori ai due mesi.

Tutti i siti Sky