Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
07 febbraio 2015

Ocean Race, Dongfeng profeta in casa: trionfa ancora a Sanya

print-icon
don

La festa del team Dongfeng dopo la vittoria nella In-Port Race di Sanya (Getty)

TWEET, VIDEO E FOTO. Dopo la vittoria nella terza tappa , il team franco-cinese si aggiudica la quarta in-port race in Cina. Dietro Abu Dhabi, terzo posto per il Team Alvimedica. Domenica si parte per Auckland

Il porto di casa… porta bene. Il Team Dongfeng trionfa ancora nelle acque cinesi e si aggiudica una combattutissima in-port race, dopo la vittoria nella terza tappa della Volvo Ocean Race, Alle spalle di Dongfeng Race Team, Abu Dhabi Ocean Racing che consolida la leadership nella classifica delle In-port series. Terzo posto per il Team di Alberto Bolzan, l’unico velista italiano in gara, Alvimedica. Domenica 8 febbraio la partenza della quarta tappa (da Sanya ad Auckland).

La soddisfazione di Caudrelier - “Dongfeng in cinese significa vento dell'Est e oggi il vento veniva proprio da est... Siamo fortunati qui in Cina!” ha detto Charles Caudrelier, 40enne skipper francese intervistato all'arrivo in porto. Fortuna, certo, ma anche abilità e conoscenza del campo di regata dove il team ha svolto gli allenamenti iniziali e la selezione dei componenti cinesi dell'equipaggio, più di un anno fa. La vittoria odierna di Dongfeng, è comunque arrivata solo al termine di una regata molto combattuta, che ha visto alternarsi al vertice anche Team Alvimedica e Abu Dhabi Ocean Racing.

La lotta col Team di Abu Dhabi - L'olimpionico britannico Ian Walker e il suo equipaggio di Azzam, hanno provato in ogni modo a recuperare su Dongfeng ma hanno dovuto “accontentarsi” della seconda piazza che garantisce comunque loro la prima posizione nella speciale classifica delle In-port series. “Un po' frustrante, ma abbiamo ottenuto un altro buon risultato”, ha dichiarato lo skipper britannico Ian Walker all'arrivo in banchina, facendo sportivamente i complimenti ai vincitori ma anche al suo equipaggio. Terzi sul traguardo, dopo aver condotto la prima parte della regata e aver sofferto di qualche problema con il Masthead 0, la grande vela avvolgibile utilizzata nelle andature di poppa che non si è arrotolata nel modo corretto, i giovani del Team Alvimedica.

Il percorso - La prova si è svolta su un percorso a bastone di poco più di sette miglia totali, con una decina di nodi vento e fra due ali di barche-spettatori e si è conclusa in poco meno di un'ora. Il comitato di regata ha dato il segnale dello start in perfetto orario e, a eccezione degli spagnoli di Mapfre in ritardo, tutta la flotta si è lanciata sul percorso. Team Alvimedica ha condotto per tutta la prima fase, girando in testa alla prima boa e alla seconda, per poi dover lasciare la leadership a Abu Dhabi Ocean Racing, tallonato da Team Brunel. Dongfeng è andato a cercarsi un vento un poco più fresco sul lato sinistro del campo di regata, risalendo in prima piazza e mettendo acqua fra sé e gli avversari tanto che alla quarta boa, il vantaggio era salito a oltre 200 metri. Abu Dhabi Ocean Racing ha accorciato la distanza fino a 50 metri al penultimo giro ma non sono riusciti più a risalire.

Gli altri - Dopo il terzetto di punta, è giunto Team Brunel e l'equipaggio femminile di Team Sca ha ottenuto la quinta piazza, non riuscendo a replicare il buon risultato della in-port di Abu Dhabi. Giornata deludente per gli spagnoli di Mapfre, solo sesti dopo uno start molto in ritardo. Lo skipper Xabi Fernandez ha spiegato che la cattiva partenza è stata causata da una penalità presa prima della partenza a un incrocio con Abu Dhabi Ocean Racing. “Abbiamo cercato di recuperare ma invece abbiamo accumulato distacco. Non una bella giornata per noi, ma non abbiamo rotto nulla e ora pensiamo a domani e alla quarta tappa”.