Caricamento in corso...
12 giugno 2015

Baku, operata la Sahinovic: non è in pericolo di vita

print-icon
bak

Brutto incidente per tre ragazze del nuoto sincronizzato austriaco (Foto Getty)

La 15enne della squadra austriaca di nuoto sincronizzato investita da un bus navetta in Azerbaigian è stata operata a Vienna per le numerose fratture riportate. Dovrà subire altri interventi. E' in coma farmacologico

Dopo un lungo intervento in un ospedale di Vienna è in stato di coma farmacologico una delle nuotatrici austriache investite ieri da un pulmino all'interno del villaggio dei Giochi Europei, a Baku (Azerbaigian). Il portavoce dell'ospedale, Christoph Mierau, ha riferito che la 15enne Vanessa Sahinovic "ha riportato numerose fratture che richiederanno altre operazioni", ma non è in pericolo di vita.

La giovane, appartenente alla squadra di nuoto sincronizzato, camminava su un marciapiede con due compagne - Luna Pajer e Verena Breit - quando è stata investita da un bus navetta. La  Pajer ha riportato una frattura al gomito, la Breit solo lievi lesioni ed è rimasta a Baku.

L'incidente - Tre giovani atlete austriache del nuoto sincronizzato sono state investite da un bus navetta nel villaggio dei Giochi Europei, alla vigilia della cerimonia di inaugurazione, mentre camminavano su un marciapiede. Due delle tre ragazze - tutte di 15 anni - sono già ripartite per l'Austria dopo le prime cure nel reparto di terapia intensiva di un ospedale a Baku. La terza è stata dimessa ed ha lesioni non gravi. Secondo quanto riferito da funzionari del Comitato olimpico austriaco Vanessa Sahinovic ha riportato fratture multiple e altre lesioni gravi, mentre Luna Pajer ha ferite ad un braccio. Solo ferite lievi per Verena Breit.

Tutti i siti Sky