13 settembre 2015

Mayweather come Marciano, record di vittorie e ritiro da imbattuto

print-icon
Mey

Floyd Meyweather dopo la vittoria contro Berto che lo consegna alla storia (Foto Getty)

Il pugile statunitense batte facilmente il connazionale di origini haitiane Andre Berto ed entra nella storia con 49 match vinti su 49, poi annuncia l'addio al ring: "Sono stati 19 anni bellissimi, grazie a chi mi ha sostenuto"

Floyd Mayweather come Rocky Marciano: eguagliato il record che il campione di origini italiane aveva ottenuto nel 1955. Il 38enne peso welter americano ha battuto Andre Berto a Las Vegas ai punti con decisione unanime (117-111, 118-110, 120-108), poi ha reso nota la sua decisione: "E' ufficiale, lascio la boxe. Sono stati 19 anni di carriera stupendi e ringrazio tutti quelli che mi hanno sostenuto".

Il record di Mayweather non è assoluto in termini di vittorie (il messicano Julio Cesar Chavez arrivò a vincere 87 incontri consecutivi ma poi continuò e fu sconfitto). Qualcuno storce il naso sul record per il fatto che Mayweather ha scelto un cammino facile in categoria, i super piuma e poi i welter, non paragonabili ai pesi massimi in cui combatteva Marciano che peraltro chiuse con un'epica sfida contro Archie Moore e non contro il modesto Berto. Mayweather, a volte criticato per la sua boxe difensiva, è stato comunque un fuoriclasse dallo stile purissimo, il miglior pugile della sua generazione.

Un personaggio dentro e fuori dal ring, questo ha contribuito a renderlo lo sportivo più pagato al mondo. Resta la macchia del carcere per le violenze domestiche e di qualche atteggiamento arrogante. In ogni caso, da oggi è nella storia proprio come il grande Rocky.

Tutti i siti Sky