03 dicembre 2015

Europei in corta, il primo oro azzurro arriva dalla 4x50 mista mista

print-icon
riv

Matteo Rivolta è il primatista italiano dei 100 delfino (Getty)

L'Italia sale a quota 6 medaglie al termine della seconda giornata. Sabbioni, Scozzoli, Di Pietro e Ferraioli chiudono primi in staffetta. Non è riuscita la grande impresa a Rivolta che, dopo il doppio primato italiano delle batterie, si è dovuto accontentare dell'argento alle spalle di Cseh nei 100 farfalla. Di Pietro a medaglia, di bronzo, anche nei 50 farfalla

Nella seconda giornata degli Europei in vasca corta in Israele c’era grande attesa per Matteo Rivolta nei 100 farfalla. Dopo il doppio primato italiano delle batterie Rivolta ha conquistato la medaglia d’argento alle spalle dell’ungherese Cseh. Poco dopo arriva la seconda medaglia azzurra, sempre nel delfino con Silvia Di Pietro. Ma è nella gara conclusiva che arriva il primo oro azzurro grazie alla 4x50 mista-mista: Sabbioni, Scozzoli, Di Pietro e Ferraioli. Diletta Carli e Martina Caramignoli chiudono quarta e quinta nella finale degli 800 sl. Ottimo il debutto di Gregorio Paltrinieri che nuota i 1500sl in 14'21"50 realizzando il miglior tempo delle batterie in previsione della finale di domani. Quarto tempo per Gabriele Detti, ieri bronzo nei 400sl, che nuota in 14'36"42. Domani per i due azzurri compagni di allenamento al Centro Federale di Ostia c'è la speranza concreta di salire insieme sul podio. Ottimo esordio anche Federica Pellegrini che si è qualificata per la finale dei 100 stile libero.

4x50 mista-mista, Italia d'oro - Sabbioni, Scozzoli, Di Pietro e Ferraioli conquistano una meravigliosa medaglia d'oro chiudendo in 1'38''33 davanti a Russia e Bielorussia.



100 farfalla uomini, Rivolta d’argento – Non riesce l’impresa a Matteo Rivolta. L’azzurro nuota in 49’’70, ma si deve inchinare al grande vecchio del nuoto europeo: Lazlo Cseh. Per Rivolta è argento. Quinto l’altro azzurro Piero Codia in 50’’48.

 

 


50 farfalla donne, bronzo per la Di Pietro – Dopo il nuovo record italiano con 25’’22 in semifinale Silvia Di Pietro ha chiuso in 25’’26 nella finale dominata dalla Sjoestroem conquistando una meravigliosa medaglia di bronzo. 

200 sl uomini, Magnini sfiora il podio – Nella finale dominata dal tedesco Paul Biedermann, davanti ai belgi Timmers e Surgeloose, Filippo Magnini va a un passo dal podio chiudendo quinto in 1’43’’60.

800 sl donne, niente podio per Carli e Caramignoli -  Nella gara dominata dalla Carlin le due azzurre non riescono ad andare vicino al podio. La Carli chiude quarta in 8'17''97 la Caramignoli quinta in 8'18''06, ma staccate dalla Rouwendaal terza.

100 sl donne, Pellegrini e Ferraioli in finale – Staccano il pass per la finale sia Erika Ferraioli (52’’65) sia Federica Pellegrini (52’’69), rispettivamente con il quinto e sesto tempo assoluto d’ingresso.

100 dorso, Sabbioni in finale - Dopo il bronzo con tanto di primato italiano di ieri nei 200 dorso, Simone Sabbioni ha staccato il pass anche per la finale dei 100 nuotando 50’’83 in semifinale (miglior tempo assoluto in tessuto per un italiano), Bonacchi con 51’’62 resta fuori.

 

Tutti i siti Sky