25 febbraio 2017

Salto in lungo, il centenne Ottaviani vola: record

print-icon
giu

Giuseppe Ottaviani (FotoGP/FIDAL Marche)

Ad Ancora il marchigiano classe 1916 ha migliorato di 8 cm il suo primato iridato del lungo M100 atterrando a 1,16 metri

Arriva un nuovo record per Giuseppe Ottaviani. Nella seconda giornata dei Campionati italiani master indoor e invernali di lanci, ad Ancona, il centenario dell’atletica firma un’altra impresa da primato mondiale nella categoria M100.

8 cm in un anno - Il record arriva nel salto in lungo, tra gli applausi e il tifo degli spettatori che poi festeggiano con lui, chiedendo foto e strette di mano. Al sesto e ultimo salto della gara, l’inossidabile marchigiano atterra a 1,16 metri per migliorare il limite che aveva stabilito con 1,08 durante la scorsa stagione, proprio nel giorno del suo compleanno al Palaindoor di Ancona. Nel pomeriggio, l’ovazione del pubblico invece è per i suoi 60 metri in 19"25.

"L'atletica ci aiuta a essere ottimisti" - Giuseppe Ottaviani è nato il 20 maggio 1916 a Sant’Ippolito, piccolo centro in provincia di Pesaro e Urbino. “Sono davvero contento e felice - racconta - per tutti gli amici che sono venuti qui a salutarmi. Cosa posso volere di più? Sto bene in compagnia di tanta gente che ama lo sport come me e che mi dà la carica per andare avanti. Dobbiamo essere ottimisti e l’atletica ci aiuta ad esserlo”.

La II Guerra Mondiale e l'attività di sarto -
Tante emozioni per uno sportivo che non finisce di stupire: ha cominciato con la pratica agonistica dopo aver compiuto 70 anni, mentre da giovane è stato al fronte, durante la seconda guerra mondiale. Poi l’esperienza lavorativa da sarto, prima di scoprire l’atletica fino alle 10 medaglie d’oro nella rassegna iridata di Budapest del 2014 e alla partecipazione come ospite nel Festival di Sanremo dell’anno scorso.

Tutti i siti Sky