Caricamento in corso...
09 agosto 2017

Atletica, niente finale dei 200 metri per Tortu

print-icon
Tor

Il giovane velocista sardo non va oltre il sesto posto nella sua semifinale (20’’62). Nei 400 metri donne vince a sorpresa l’americana Francis, mentre nei 400 ostacoli la sorpresa è Warholm

In una serata che ha assegnato tre medaglie d’oro, la gara che più interessava al pubblico italiano era di certo la semifinale dei 200 metri, con il giovane Filippo Tortu a caccia di una qualificazione mondiale tutt’altro che facile da acciuffare. Il velocista di origini sarde ha chiuso al sesto posto la sua gara, corsa in 20’’62; un tempo lontano dal 20’’43 con cui Sani Brown ha conquistato l’ultimo pass disponibile per una finale che si preannuncia scoppiettante. Il favorito Van Niekerk infatti ha chiuso soltanto terzo nella sua semifinale, vinta dal turco Gulyev in 20’’17. Tempo superiore sia al 20’’12 di Young che soprattutto al 20’’14 di Makwala - protagonista della tormentata storia legata ai problemi gastrointestinali che lo ha tenuto fuori dalla finale dei 400 metri vinta dal sudafricano.

400 metri donne: vince l’americana che non ti aspetti

In quella che è stata la gara più entusiasmante della serata, a trionfare nei 400 metri donne è Phyllis Francis, che corre in 49’’92 e abile nel chiudere l’ultima parte di gara con una volata che gli ha permesso di scavalcare via via Allyson Felix (giunta terza, 50’’08), Salwa Eid Naser (medaglia d’argento, 50’’06) e soprattutto la bahamense Miller, letteralmente crollata nel rettilineo finale dopo aver condotto la gara sin dall’uscita dai blocchi. Una doppietta oro-bronzo per gli States, che consolidano il loro primato nel medagliere staccando ancora di più il Kenya secondo.

Nei 400 ostacoli uomini il trionfo di Warholm

Anche la Norvegia conquista il suo primo oro mondiale grazie alla super prestazione di Karsten Warholm, partito a razzo nel tentativo di sorprendere tutti e di tenere un’andatura al di sopra delle aspettative per tutti i 400 metri. Gli ostacoli resi viscidi dalla pioggia hanno in parte fatto il resto, rendendo nelle fasi iniziali più prudenti i favoriti, incapaci poi nelle ultime decine di metri di colmare il gap. Alle spalle di Warholm (48’’35 il tempo), è il turco Copello a portare a casa l’argento davanti allo statunitense Clement.

Lancio del peso donne: oro alla Cina

È la cinese Gong a vincere l’oro nel lancio del peso, davanti alla ungherese Marton che grazie all’ultimo lancio da 19 metri e 49 centimetri supera la statunitense Carter, che deve accontentarsi del bronzo. Per la Cina è il primo successo in questo mondiale ancora privo di grandi acuti.