Caricamento in corso...
13 agosto 2017

Mondiali, Semenya stravince gli 800 donne: risultati ultima giornata

print-icon
sem

Caster Semenya oro negli 800 donne ai Mondiali di Londra (Foto Getty)

La sudafricana ha vinto con facilità la finale degli 800 donne, correndo in 1'55"16. Kenya protagonista nell'ultima serata a Londra: dominio nei 1500 uomini con il successo di Manangoi e l'argento di Cheruyot. Pazzesco oro per Trinidad&Tobago nella 4x400 maschile. Tutte le medaglie della giornata conclusiva

La sudafricana Caster Semenya, protagonista di una lunga vicenda con la Iaaf a proposito della sua sessualità, ha vinto con facilità la finale degli 800 donne, correndo in 1'55"16 nell'ultima giornata dei Mondiali di atletica. Argento alla rappresentante del Burundi Francine Niyonsaba (1'55"92), terza l'americana Ajee Wilson (1'56"65).

4x400 uomini

Oro per Trinidad & Tobago che la spunta sugli Usa. Lalonde Gordon nell'ultima frazione batte Fred Kerley e consegna ai caraibici il trionfo medaglia d’oro (2:58.12, miglior prestazione mondiale stagionale). Bronzo per la Gran Bretagna (2:59.00), il Belgio dei fratelli Borlée si deve accontentare della quarta piazza (3:00.04), record nazionale per la Spagna (3:00.65).

4×400 donne

Oro per gli Usa con il tempo di 3’19″03, secondo posto per la Gran Bretagna (3’25″00), terzo posto per la Polonia (3’25″41).

SALTO IN ALTO UOMINI

Mutaz Essa Barshim è per la prima volta in carriera campione del mondo. Ottima prova del qatarino che ha saltato tutte le misure al primo tentativo fino al 2.35 decisivo. L’argento al russo Danil Lysenko e storico bronzo con Majd Eddin Gahzal.

1500 uomini

Manangoi è il nuovo campione del mondo dei 1500 con il tempo di 3’33″61, secondo posto per l’altro kenyano, Cheruyot (3’33″99), terzo Ingebrigtsen per la Norvegia con 334″53 chje ha resistito al ritorno dello spagnolo Mechaal, poi Holusa e Mikhou.

Lancio del disco donne

La croata Perkovic vince, nel finale l'australiana Stevens lancia a 69.64 conquista l'argento e ottiene il nuovo record dell’Oceania. Robert Michon che non si migliora e ottiene il bronzo per la Francia.

5000 donne

Oro al Kenya donne con Obiri in 14'34″87, davanti alla etiope Ayane che fallisce, anche lei, la doppietta in 14’40″35; bronzo per l’olandese Hassan in 14’42″73, poi Teferi, Kipkemboi e Muir.

Italia, evitati "zero tituli"

"Almeno abbiamo evitato lo zero tituli". Esordisce così il commissario tecnico dell'Italia dell'atletica, per l'alto livello, Elio Locatelli che fa il bilancio della spedizione azzurra ai Mondiali di Londra, chiusisi con la medaglia di bronzo di Antonella Palmisano nei 20 km. marcia donne. "Non posso dire di essere soddisfatto, perché, oltre a una medaglia, puntavamo ad almeno quattro o cinque finalisti - dice ancora il ct -. Oggi nell'atletica leggera è sempre più difficile portare avanti con efficacia l'attività agonistica d'alto livello. Qui a Londra si poteva, anzi si doveva, fare meglio. Ci sono stati alcuni tredicesimi posti di troppo, ma questo non incide nel bilancio globale di una manifestazione che non è andata bene. Di 33 atleti inseriti nel gruppo dell'alto livello, a Londra ne erano presenti solo 17 - conclude -. C'è bisogno di un maggior controllo sugli atleti d'elite. Per questo servono allenatori a tempo pieno, e risorse dedicate".

I PIU' VISTI DI OGGI