Caricamento in corso...
22 luglio 2017

Golf, Open Championship: Spieth ancora al comando dopo la 3^ giornata

print-icon

Il texano, a caccia del terzo major della carriera, resiste in vetta a -11, ma Kuchar non intende mollare. Terza giornata che ha visto protagonista anche il sudafricano Branden Grace, ora nella top 5

Il super saturday del Royal Birkdale mantiene le promesse regalando una grande sorpresa ai 231mila spettatori presenti in campo in questi giorni di gara. Ventiquattro ore prima del verdetto finale Branden Grace comincia a scrivere la storia del 146esimo Open Championship. Il sudafricano è il primo uomo a segnare un giro in 62 in un major: guadagna 40 posizioni e si porta nella top five dietro agli americani (-4 totale) Davanti a tutti c’è una coppia a stelle e strisce. C’è la faccia pulita di Jordan Spieth che ad appena 23 anni punta come un cecchino al terzo major della carriera e guida a -11 con 3 colpi di vantaggio su Matt Kuchar che alla soglia dei 40 anni vuole fare il salto della qualità.

Ma le grandi sorprese della terza giornata di gara arrivano anche dal 20enne Austin Connelly che compie un miracolo. Il 66 del terzo giro gli spalanca le porte della terza posizione in classifica a -5 a pari merito con lo Us Open Champion 2017, Brooks Koepka, con cui giocherà le ultime 18 buche del suo primo major della carriera, sognando di tornarci ancora l’anno prossimo. Nella top ten resistono il numero 1 del mondo Dustin Johnson ed anche il campione uscente, il vincitore della passata edizione al Royal Troon, Henrik Stenson. Undicesimi Rory Mcilroy e Ian Poulter a -2. 

I PIU' VISTI DI OGGI