Caricamento in corso...
09 agosto 2017

PGA Championship su Sky: Spieth cerca la storia, McIlroy il riscatto

print-icon

Dopo il Bridgestone Invitational, il grande golf internazionale fa ancora tappa negli Stati Uniti per il quarto Major della stagione. L’evento potrà essere seguito in diretta esclusiva e in alta definizione su Sky Sport e vedrà impegnati tutti i migliori golfisti del mondo. In campo anche Francesco Molinari

L'utlima occasione di gloria della stagione, il PGA Championship 2017, va in scena dal 10 al 13 agosto sui campi del Quail Hollow Club di Charlotte ed è trasmesso in esclusiva sui canali di Sky Sport. L’ultimo major stagionale, che dal 2019 non sarà più tale perché verrà disputato nel mese di maggio, vede i migliori interpreti del circuito darsi battaglia per la prima volta sul percorso del North Carolina, che solitamente ospita il Wells Fargo Championship. Le caratteristiche del par 71 del Quail Hollow Club può favorire i giocatori più potenti, ma la luce dei riflettori è puntata su Jordan Spieth, che con i suoi 24 anni appena compiuti ha l’occasione di diventare il più giovane a completare il Grand Slam, entrando di diritto nel ristretto club di golfisti capaci di conquistare tutti i Major nella loro carriera. L’americano andò vicino a conquistare il PGA Championship nel 2015, annata nella quale arrivò secondo alle spalle di Jason Day dopo aver conquistato Augusta Masters e US Open. Per trionfare deve però affrontare una schiera di avversari molto motivati come Rory McIlroy, in netta ripresa nelle ultime uscite e molto legato al percorso del Quail Hollow, e Hideki Matsuyama, numero 3 del mondo e giocatore più in forma del circuito. Non è in grande spolvero Dustin Johnson, ma il numero 1 del mondo rimane sempre pericoloso su percorsi come quello del North Carolina, dove i suoi potenti drive possono fare la differenza. In campo anche l’italiano Francesco Molinari, arrivato alla nona partecipazione consecutiva al PGA Championship. L’italiano ha giocato poco recentemente, ma ha sempre avuto un buon feeling con l'ultimo Major dell'anno, nel quale  ha sempre superato il taglio e ha ottenuto il suo miglior risultato nel 2009 con la decima posizione. Nella 99esima edizione vivremo uno dei capitoli più importanti della rivalità tra McIlroy e Spieth?

Spieth cerca la storia

L’emozionante finale degli Open Championships del mese scorso ci ha fornito un assaggio della feroce competitività di Jordan Spieth. È qualcosa che va oltre le doti tecniche – comunque eccelse – dell’americano, che in questo PGA Championship avrà la prima occasione per unirsi al ristretto club di golfisti capaci di completare il Grand Slam. L’incredibile approccio mentale e psicologico al green del 24enne americano è quello che sta facendo la differenza rispetto a Rory McIlroy, di 4 anni più anziano di lui e considerato il giocatore più talentuoso della loro generazione. un episodio del Major britannico vinto lo scorso mese da Spieth ci consente di capire la forza mentale che sta maturando col tempo: impegnato in un testa a testa serrato con Matt Kuchar durante l’ultimo giro degli Open Championships, Spieth è finito fuori percorso alla tredicesima buca con un drive tagliato male. Il giovane americano, dopo aver riflettuto oltre 20 minuti sul colpo migliore da effettuare, ha dovuto superare gli ostacoli formati dal pubblico e dai camion dell’organizzazione ed è riuscito a salvarsi con un bogey. Invece di crollare (come accaduto agli Augusta Masters del 2016), Spieth ha usato l’episodio a suo favore e si è rilanciato nelle ultime buche, nelle quali ha conquistato il Major con una serie di birdie, dando prova di una maturità incredibile per la sua età. Se sarà capace di mantenere lo stesso livello mentale e tecnico anche durante il PGA Championship, allora avrà una seria possibilità di conquistare il Grand Slam già in questa edizione.

Il riscatto di McIlroy?

Un proverbio dice ‘Il lavoro duro batte il talento se il talento non lavora duro’. Sembra calzare a pennello per Rory McIlroy, che sembra aver perso la scintilla che lo aveva reso il candidato numero 1 a succedere a Tiger Woods come dominatore del circuito golfistico. Vincitore di quattro Major a soli 25 anni, il nordirlandese è a secco sul circuito più importante dal 2014, quando vinse proprio il PGA Championship. Agli Open ha dato prova di un netto miglioramento conquistando il quarto posto e il percorso del Quail Hollow Club è molto adatto alle sue caratteristiche. Inoltre il circolo del North Carolina è uno di quelli che hanno un posto speciale nel cuore di McIlroy: qui nel 2010 vinse il suo primo titolo da professionista con un ultimo giro da 62 colpi e qui due anni fa trionfò con 7 colpi di vantaggio sul secondo. Se fossimo in un film lo scenario sarebbe quello perfetto per il riscatto del protagonista, vedremo se il nordirlandese sarà capace di impedire a Spieth di conquistare il Grand Slam e, quindi, un posto nella storia prima di lui, che potrà provarci solamente nella prossima edizione degli Augusta Masters.

Matsuyama il più in forma, i possibili outsider

Ma Spieth e McIlroy non sarnno gli unici protagonisti della 99esima edizione del PGA Championship. Il golfista che arriva nel suo momento più caldo è Hideki Matsuyama, numero 3 del mondo, reduce dalla vittoria nel Bridgestone Invitational con l’ultimo incredibile giro record da 61 colpi. Ma già prima del torneo in Ohio il giapponese aveva ottenuto ottimi piazzamenti in qeusta annata (top 15 in tutti i Major disputati e secondo posto negli US Open). Non arriva così lanciato il numero 1 del mondo Dustin Johnson, che dopo aver rinunciato per infortunio agli Augusta Masters è tornato nel circuito ma deve ancora trovare la forma ottimale. Nonostante non sia in primissima linea tra i favoriti, è impossibile non inserirlo nell’elenco dei possibili outsider per questa edizione del torneo insieme agli altri top10 della classifica mondiale come Justin Rose, Jon Rahm, Jason Day, Erik Stenson e Rickie Fowler. tra i golfisti fuori dalle primissime posizioni della classifica potrebbero ottenere dei discreti risultati Bruce Koepka, Branden Grace e Paul Casey, mentre rimane molto difficile una conferma del campione della scorsa edizione, Jimmy Walker, che in questo 2017 non è riuscito a trovare risultati importanti. 

IL PROGRAMMA SU SKY

Questa la programmazione del PGA Championship di golf in diretta esclusiva e in Alta Definizione su Sky Sport HD  

Giovedì 10 agosto
prima giornata               dalle 19:00 alle 01:00                Sky Sport 3 HD

Venerdì 11 agosto
seconda giornata         dalle 19:00 alle 01:00                  Sky Sport Plus HD

Sabato 12 agosto
terza giornata                dalle 20:00 alle 01:00                Sky Sport Plus HD

Domenica 13 agosto
quarta giornata            dalle 20:00 alle 01:00                  Sky Sport 3 HD

Commento Silvio Grappasonni, Massimo Scarpa, Nicola Pomponi, Alessandro Lupi e Donato Di Ponziano

I PIU' VISTI DI OGGI