13 novembre 2016

Addio a Enzo Maiorca, era il re degli abissi

print-icon
enz

Enzo Maiorca ai tempi delle sue leggendarie imprese sott'acqua

Il sub siracusano, leggendario recordman di immersioni in apnea, si è spento questa mattina a 85 anni. Il primo successo, a caccia del record, risale al 1960 quando arrivò a meno 45 metri battendo il brasiliano Santarelli

E' morto il re degli abissi Enzo Maiorca, 85 anni. Il sub siracusano recordman di immersioni si è spento questa mattina. Il primo successo nel 1960 quando arrivò a meno 45 metri battendo il brasiliano Amerigo Santarelli. La camera ardente è stata allestita nel salone "Paolo Borsellino" di Palazzo Vermexio a Siracusa. I funerali probabilmente martedì."All'alba di oggi, in una di quelle giornate di sole in cui il mare del porto grande a Siracusa sembra immobile, ci ha lasciato un nostro grande concittadino. Grazie Enzo Maiorca, buon viaggio" ha commentato il sindaco Giancarlo Garozzo.

Nella sua carriera Maiorca ha avuto alcuni rivali storici: il più grande è stato forse il brasiliano Amerigo Santarelli (ritiratosi nel 1963), poi Teteke Williams, Robert Croft e Jacques Mayol, quest'ultimo l'acerrimo rivale di sempre. Il 22 settembre 1974, nelle acque della baia di Ieranto, sulla costiera sorrentina, Maiorca tentò di stabilire un nuovo record mondiale di immersione in apnea alla quota di 90 metri. La Rai trasmetteva l'evento in diretta: quando Maiorca dopo lunghi preparativi iniziò la discesa lungo il cavo d'acciaio andò a sbattere a neanche venti metri di profondità contro Enzo Bottesini, esperto di immersioni e inviato della Rai per l'occasione. Riemerse infuriato e si lasciò andare a una serie di imprecazioni, chiaramente udibili dal pubblico televisivo.

In televisione tornò dopo molti anni, collaborando con Linea Blu, programma della RAI. Ha scritto anche diversi libri: "A capofitto nel turchino: vita e imprese di un primatista mondiale", "Sotto il segno di Tanit", "Scuola di apnea", "Il Mare con la M maiuscola". E la sua sfida con il francese Jacques Mayol ha ispirato "Il grande blu" (Le Grand Bleu), film di Luc Besson del 1988, uscito in Italia solo nel 2002.

Dall'aprile 1994 al maggio 1996, la XII Legislatura, è senatore, eletto con Alleanza Nazionale. Impegnato anche sul fronte ambientalista, nel settembre del 2004 riceve la Medaglia d'oro al merito della Marina, con questa motivazione: "Figura di spicco nello sport subacqueo, il senatore Enzo Maiorca nel corso della sua brillante carriera agonistica ha conseguito risultati eccezionali e preziosi riconoscimenti sia in patria sia all'estero, indissolubilmente legato al mare". 

Tutti i siti Sky