Caricamento in corso...
23 luglio 2017

Mondiali nuoto, bronzo Detti nei 400 sl. Record della Sjöström nei 100

print-icon

Gabriele Detti vince il bronzo nei 400 stile libero ed è il primo medagliato azzurro. Delusione per le due staffette 4x100 stile libero, che non vanno a medaglia, mentre la svedese Sarah Sjöström realizza il record del mondo dei 100 stile libero: è la prima donna sotto i 52"

Nella prima finale tra le corsie ai mondiali di nuoto di Budapest è subito medaglia per l'Italia. Nei 400 stile libero Gabriele Detti conquista la medaglia di bronzo in 3'43''98 . Il nuotatore livornese non migliora il proprio record italiano che ha realizzato quest'anno, ma va a vincere l'unica medaglia che gli mancava nelle grandi manifestazioni: dopo il successo europeo e le medaglie olimpiche, sale anche sul podio mondiale. Detti, protagonista di una gara in rimonta, ha lottato per l'argento con l'australiano Horton, il campione olimpico della distanza, che alla fine lo ha preceduto di appena 8 centesimi. Troppo forte il cinese Sun Yang, che si conferma il campione mondiale dei 400 stile. 

Squalificata la staffetta

La staffetta 4x100 stile maschile non riesce a difendere il bronzo mondiale conquistato due anni fa. Il quartetto azzurro molto rinnovato rispetto al passato con i giovanissimi giganti (alti più di due metri) Miressi e Vendrame è stato squalificato. La staffetta aperta in prima frazione da un discreto Luca Dotto, chiude con il capitano Filippo Magnini al sesto posto, ma paga il cambio irregolare di Vendrame in seconda frazione. Oro Usa, argento Brasile, bronzo per una sorprendente Ungheria.

Sarah Sjöström da record

La 4x100 stile femminile con Federica Pellegrini invece era stata eliminata già in batteria. Nella finale pazzesco record del mondo individuale di Sarah Sjöström che nuota in prima frazione (unica frazione che consente l’omologazione anche dei record individuali) in 51'71'': la svedese diventa la prima donna ad aver infranto il muro dei 52'' demolendo il precedente primato dell'australiana Cate Campbell (52'06''). Alla fine la Svezia sarà quinta. L’oro va agli Usa, l’argento all’Australia, il bronzo all’Olanda.

Niente finale per Martinenghi

Un po' di delusione per il diciasettenne Nicolo’ Martinenghi: la promessa del nuoto italiano, dopo aver ben nuotato in batteria, non si migliora nella semifinale dei 100 rana ed è nono: primo degli esclusi dalla finale.

Sarah Sjöström