25 novembre 2016

Gigantiste a Killington, Shiffrin per l'en plein

print-icon
mik

Mikaela Shiffrin che guida la classifica generale di Coppa del mondo con 180 punti (Getty)

Mentre tutte le gare maschili sulle Montagne rocciose, dal Canada agli Usa, sono state cancellate, tocca alle donne salvare la trasferta nordamericana: sabato gigante e domenica slalom di Coppa del Mondo nel Vermont

Mentre tutte le gare maschili sulle Montagne rocciose, dal Canada agli Stati Uniti, sono state cancellate, tocca alla Coppa del mondo donne salvare la trasferta nordamericana: sabato gigante e domenica slalom speciale a Killington. Siamo nel Vermont, ai confini con il Canada, terra di colline più che di montagne ma terra solitamente anche di gran freddo, dove vengono a sciare quelli di Boston e di New York e dunque sul versante orientale degli Usa che, in Coppa del mondo, non compariva da un ventennio.

Il gigante di sabato è il secondo stagionale dopo l'esordio a Soelden e l'Italia punta dunque su Marta Bassino, la giovane azzurra che sulle nevi austriache con un bel terzo posto ha ottenuto il primo podio in carriera. Poi, c'è Federica Brignone che delle gigantiste azzurre è la numero 1, oltre che atleta di valore mondiale ormai riconosciuto. Sulle nevi americane Federica si è comportata sempre bene e dunque è a Killington piena di buone sensazioni. L'incognita sarà il meteo e, soprattutto, una pista non difficile, mentre le azzurre preferiscono i tracciati impegnativi.

La rivale da battere sarà ovviamente la campionessa locale Mikaela Shiffrin che guida la classifica generale di Coppa del mondo con 180 punti e non nasconde la volontà di conquistare in questa stagione il grande trofeo dello sci. Shiffrin ha vinto lo speciale a Levi ed è arrivata seconda a Soelden in gigante, disciplina in cui ha ormai fatto progressi enormi ed è dunque pronta per una doppietta sulle nevi amiche. Dovrà vedersela con la svizzera Lara Gut, detentrice della Coppa del mondo e seconda a Soelden. Ma il fattore campo - anche se le previsioni meteo non sono buone - dovrebbe giocare un ruolo importante.

L'Italia, oltre a Brignone e Bassino, sabato schiera Manuel Moelgg, Sofia Goggia, Irene ed Elena Curtoni, Francesca Marsaglia, Nadia Fanchini e Laura Pirovano. Dal circo bianco, intanto, arrivano diverse notizie: Lindsey Vonn ha un nuovo fidanzato, un tecnico del rugby americano; Bode Miller, in lite con la vecchia azienda di sci Head e socio di una nuova, fa intendere di poter tornare a gareggiare con i suoi 39 anni e la quarta paternità, mentre la campionessa austriaca Anna Veith, dopo l'incidente di un anno fa, tornerà in pista solo nel 2017.

Tutti i siti Sky