user
20 gennaio 2018

Sci, discesa libera Cortina: la Goggia non si ripete e va fuori. Vince la Vonn

print-icon

L'Italiana non è riuscita a ripetere l'exploit di venerdì ed è finita schiena sulla neve dopo un salto. Vince l'americana davanti a Tina Weirheiter e a Jacqueline Wiles. Più indietro le altre azzurre in gara. Prossimo impegno il Super G sempre a Cortina

Sofia Goggia ha sbagliato, facendo uno spettacolare e pericoloso presentat'arm sul salto che immette sullo Schuss delle Tofane e ha così lasciato strada libera al successo della statunitense Lindsey Vonn nella discesa 2 di Coppa del mondo di Cortina. Vonn ha vinto alla grande in 1'36"48, lasciandosi alle spalle Tina Weirather del Liechtenstein in 1'37"40 e l'altra statunitense Jacqueline Wiles (1'37"46). Per Vonn è il 12° successo a Cortina, il 79° in Coppa del mondo nella sua strepitosa carriera in cui, a 33 anni di età, ha conquistato anche due ori iridati e uno olimpico, oltre a quattro grandi Coppe del mondo: è un palmares che l'ha resa la più grande sciatrice di tutti i tempi. Fuori Goggia - che atterrando sul salto è finita con la schiena sulla neve, scivolando per alcuni metri, ma rialzandosi indenne con un formidabile colpo di reni - per l'Italia la migliore è stata Johanna Schnarf 9^ in 1'38"29. Più indietro, Nicol Delago in 1'38"69: poi, Nadia Fanchini in 1'38"80, Federica Brignone in 1'38"81, Verena Stuffer in 1'38"95. Domani per Goggia e compagne ci sarà modo di rifarsi con il SuperG che chiude la tappa di Cortina.

Le parole della Goggia

E' stato fortunatamente più spettacolare che altro il presentat'arm - con le punte degli sci paralleli rivolte al cielo - che Sofia Goggia ha fatto sul lungo e ripido salto che immette sullo Schuss delle Tofane. E' atterrata in un tratto ancora in forte pendenza e la sua schiena per alcuni metri, in una nube di neve, ha toccato il fondo pista. Poi, però, con un colpo di reni e uno sci che ha preso la giusta inclinazione, si è rialzata indenne. "Ho sbagliato all'attacco del dente sopra il salto. Non ero nella giusta posizione per il salto, ma ancora troppo arretrata. Sono però riuscita a controllare la caduta e tutto è andato bene", ha raccontato l'azzurra. "Per il SuperG di domani nessun problema. Ora resetto tutto - ha annunciato l'azzurra - e si riparte da zero: andare e via".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi