09 dicembre 2016

Pattinaggio, Carolina Kostner trionfa al rientro

print-icon
kos

Carolina Kostner rientra alle gare ed è subito trionfo (foto LaPresse)

La pattinatrice di Ortisei, dopo un'assenza di oltre due anni e mezzo, ha vinto la gara d'esordio a Zagabria di quella che a tutti gli effetti è la sua seconda carriera. Un percorso che potrebbe portarla ai Giochi invernali di Pyeongchang del 2018

Carolina Kostner rientra alle gare ed è subito trionfo. La pattinatrice italiana, dopo un'assenza di oltre due anni e mezzo, ha vinto la gara d'esordio di quella che a tutti gli effetti è la sua seconda carriera. Una carriera che potrebbe portarla ai Giochi invernali di Pyeongchang del 2018.

Il punteggio - La Kostner si è imposta con 196,23 punti nella 49esima edizione del Golden Spin di Zagabria, ultima tappa del circuito Challenge Isu. Il punteggio ottenuto dall'atleta di Ortisei è anche uno dei più alti di sempre. Per la Kostner si tratta del 27esimo podio consecutivo dal marzo 2010 quando al Mondiale di Torino arrivò sesta.

La prestazione - Scesa sul ghiaccio della Dom Sportova della capitale croata con un abito color pesca, Carolina appena sono partite le note di Nisi Dominus - Cum Dederit di Antonio Vivaldi (la musica scelta per il programma libero), sembrava che questo lungo periodo non fosse mai trascorso. Subito ha mostrato graziosità nella coreografia, componente dove ha sempre spiccato. Molto buona la prestazione sotto l'aspetto tecnico. Al triplo flip e triplo loop è seguita la combinazione doppio Lutz-doppio loop, quindi la sequenza di passi, la trottola saltata (molto bella), la combinazione doppio Axel-doppio toeloop-loop semplice (doveva essere doppio), il triplo loop in combinazione col doppio toeloop, quindi il preciso doppio Axel, il triplo Salchow per poi finire il programma con una nuova trottola saltata, la sequenza coreografica e la trottola combinata.

L'allenatore - Da prima dell'estate la Kostner viene allenata da Alexei Mishin, il 75enne russo guru del pattinaggio di figura, già allenatore di tanti campioni in primis del plurititolato Evgeni Plushenko. A Zagabria è stata seguita da una collaboratrice di Mishin, Tatiana Prokofieva.

Tutti i siti Sky