29 ottobre 2017

Volvo Ocean Race, al Team Vestas la prima tappa Alicante-Lisbona

print-icon
13_

Team Vestas festeggia la conquista della prima frazione Alicante-Lisbona (foto Jesus Renedo/Volvo Ocean Race)

La barca guidata dallo skipper statunitense Charlie Enright, ha tagliato in prima posizione la linea del traguardo di Lisbona, vincendo la frazione al debutto del giro del mondo a vela in equipaggio

SKY OCEAN RESCUE ALLA VOLVO OCEAN RACE

E’ la prima di una lunga serie di tappe e di miglia nautiche. Lo scafo blu e arancio di Vestas 11th Hour Racing si è preso la prima tappa del giro del mondo in barca a vela. L’equipaggio guidato da Charlie Enright ha tagliato il traguardo, posizionato sul fiume Tago, a pochi metri dal pieno centro cittadino della capitale portoghese, alle 16.08.45 (ora italiana) di sabato 28 ottobre. Ci sono voluti 6 giorni, 2 ore, 6 minuti e 45 secondi ore di navigazione, per ottenere la vittoria nella prima frazione della lunga corsa partita da Alicante in Spagna, e ottenere i primi 8 punti in palio (7+1 punto bonus per la tappa). Le fasi finali non sono state semplici, con il vento che è andato quasi scomparendo, e il vantaggio di oltre 34 miglia sul secondo si è ridotto notevolmente fino a meno di 10, anche a causa della corrente contraria del fiume. Ma l'equipaggio è riuscito a mantenere la calma fino alla linea del traguardo. Charlie Enright è il terzo skipper americano a vincere la prima tappa della Volvo Ocean Race, prima di lui lo hanno fatto John Kostecki, su Illbruck nel 2001-02, e Paul Cayard su EF Language nel 1997-98. Entrambi questi team si sono poi aggiudicati anche la vittoria del giro, dunque il successo di oggi è promettente per il team che batte doppia bandiera Usa e danese. Per entrambe le nazioni si tratta della prima vittoria nella tappa di esordio.

Le altre posizioni

Il vento è calato ulteriormente in seguito, tanto che i secondi e i terzi, gli spagnoli di Mapfre, con lo skipper Xabi Fernàndez e i franco/cinesi di Dongfeng Race Team con il francese Charles Caudrelier, si sono praticamente fermati e hanno dovuto sfruttare ogni minimo refolo di vento per oltrepassare la linea del traguardo. Quarto posto per il Team AkzoNobel, quinto il Team Sun Hung Skai/Skallywag. Al sesto posto Team Brunel (su cui viaggiano l’italiano Alberto Bolzan e l’italo-argentino Maciel Cicchetti). Poi Turn the Tide on Plastic con l’altra azzurra che partecipa alla manifestazione Francesca Clapcich.
 

I PIU' VISTI DI OGGI