07 dicembre 2017

Volvo Ocean Race, gli equipaggi si preparano per la Leg 3: da Città del Capo a Melbourne

print-icon
V1.

La flotta della Volvo Ocean Race, domenica 10 dicembre, inizierà la terza tappa per spingersi a sud e navigare nell'Oceano meridionale, fino a raggiungere Melbourne. E' in programma l'8 dicembre la In-Port Race di Città del Capo

Da Città del Capo a Melbourne, in Australia: la terza tappa potrebbe essere decisiva per la classifica della Volvo Ocean Race 2017-2018 (perché i punti assegnati saranno doppi) e impegnerà i sette equipaggi a partire da domenica 10 dicembre. Fin dalla prima edizione del 1973, l'Oceano meridionale è stato il terreno di gioco più duro per i migliori del mondo, con navigazioni tanto veloci quanto pericolose. La Leg 3 sarà una cavalcata epica lunga oltre 6.500 miglia fra onde enormi, vento intenso, freddo terribile e temporali minacciosi.

Agli esordi della regata, negli anni 70 e 80, i navigatori si spingevano il più a sud possibile, sotto i 60 gradi e più vicino all'Antartide per cercare di percorrere meno miglia. E, inevitabilmente, ciò significava avere a che fare con gli iceberg, o i più piccoli growler, sempre in bilico fra rischio e ricompensa. Nell'edizione 2017-18 gli organizzatori hanno fissato una zona di esclusione dei ghiacci, l'Antarctic Ice Exclusion Zone, perché le barche odierne, molto più veloci, potrebbero colpire pezzi di ghiaccio con risultati catastrofici. L'obiettivo di skipper e navigatori è quello di usare i dati meteo disponibili per trovare i sistemi di bassa pressione e navigarci al limite, sempre al confine della zona di pericolo. Ma, con le comuni tempeste dell’intensità di uragani, regatare nel Southern Ocean resta una sfida aperta, come lo era in passato.

Queste aree sono state definite e si possono chiamare in molti modi diversi: l’Himalaya liquido, il grande Oceano Meridionale, l’Oceano Antartico, l’Oceano del Polo sud, l’Oceano Australe, i Quaranta Ruggenti, i Cinquanta Urlanti e i Sessanta Stridenti. In ogni caso conquistare e navigare in queste acque è stato uno degli obiettivi più ambiti e ha rappresentato i maggiori successi di molti dei più grandi velisti di tutti i tempi.

La In-Port Race di Città del Capo

Dopo quasi due settimane di preparazione e giorni di meritato riposo per i velisti, i sette team si ritroveranno in mare venerdì 8 dicembre, a partire dalle ore 13 italiane, per disputare la terza In-Port Race della Volvo Ocean Race 2017-18. Il campo di regata sarà posizionato nella baia di Città del Capo, ai piedi della famosa e imponente Table Mountain, un'area molto interessante ma anche molto difficile da interpretare e la prova si svolgerà su un percorso a bastone - bolina/poppa- fra le boe con la linea di partenza situata proprio davanti al race village, per dare modo al pubblico di godersi lo spettacolo. La durata prevista è di circa 60 minuti, con la flotta che potrà coprire da due a quattro volte il percorso, e le previsioni meteo parlano di vento abbastanza sostenuto che potrà raggiungere e superare i 20 nodi di intensità.

Volvo Ocean Race 2017-2018

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I 30 di Porzingis spengono la rimonta di Belinelli

Napoli, e i gol? Da novembre sono spariti

Giovinco: "Ero qui per vincere. Italia? C'è tempo"

Oladipo rimonta Denver con 47 punti, Phila crolla

Bonaventura rilancia Gattuso, Milan-Bologna 2-1

Milano ko a Torino, in 4 dietro Brescia

Gattuso: "Strada lunga. Serve lavoro e sacrifico"

Donadoni: "Giocato alla pari. C'è tanta rabbia"

NFL: Bryant tifa Eagles, anche contro la sua L.A.

Zenga: "Rammarico per il brutto inizio di ripresa"

Donnarumma, il Psg insiste. E la clasuola non c'è

I PIU' VISTI DI OGGI
I PIU' VISTI DI OGGI