Archivio di SkySportHD

Maggio 2010

Il Brasile dà i numeri. A Kakà la maglia numero 10

Il fantasista del Real madrid giocherà in Sudafrica con la casacca che fu del mitico Pelé. Ai precedenti Mondiali, in Corea-Giapppone e in Germania, aveva indossato la 22 e la 8. Al capitano Lucio la 3, il peso della numero 9 sulle spalle di Luis Fabiano

Il Brasile dà i numeri. A Kakà la maglia numero 10

Il fantasista del Real madrid giocherà in Sudafrica con la casacca che fu del mitico Pelé. Ai precedenti Mondiali, in Corea-Giapppone e in Germania, aveva indossato la 22 e la 8. Al capitano Lucio la 3, il peso della numero 9 sulle spalle di Luis Fabiano

Presunti legami con i narcos: la polizia convoca Adriano

La polizia brasiliana ha convocato l'Imperatore per avere chiarimenti in merito ad alcune foto, pubblicate dal quotidiano "O Dia", che lo ritraggono in compagnia di un narcotrafficante mentre impugna un mitra. Il giocatore non si è presentato. IL VIDEO

Mancini: Balotelli è da calcio inglese, ma l'Inter non cede

Il manager del Manchester City, che a Milano ha allenato Super Mario, ha definito il talento nerazzurro adatto alla Premier League: "Ha le qualità tecniche e fisiche per il calcio inglese, ma l'Inter non se ne priverà così facilmente" . IL VIDEO

De Laurentiis chiude la porta. "Toni? Voglio solo giovani"

Il presidente del Napoli parla di mercato e ammette: "Ho tanti nomi in testa". No secco all'ex-attaccante della Roma: "I trentaquattrenni si acquistano nelle serie inferiori per fare spogliatoio. Gilardino? Non ci penso. E Pazzini costa troppo"

Prolungato il contratto di Julio Sergio: a Roma fino al 2014

Il portiere brasiliano ha rinnovato il contratto con la società giallorossa fino al 30 giugno 2014. La Roma ha reso noto il rinnovo attraverso un comunicato in cui si riconosce al giocatore un compenso lordo di 1,3 milioni per le prime due stagioni

Atalanta, arriva la scossa: Bortolotti lascia il cda

Il figlio dell'ex presidente Achille ha presentato le proprie dimissioni: "L'Atalanta è un patrimonio dei bergamaschi e va gestita in modo diverso. Con il mio gesto ho provato a lanciare un sasso nello stagno". Intanto i Ruggeri lo pregano di ripensarci

Henry e il compromesso di Domenech: nè capitano nè titolare

Secondo la tv francese Canal Plus, il bomber non avrebbe dovuto far parte del gruppo dei 23 francesi convocati per i Mondiali. Il ct Domenech lo avrebbe chiamato soltanto a condizione che rinunciasse al posto da titolare e alla fascia da capitano