Europei, la Slovenia strapazza la Francia ed è prima nel girone

Basket
Goran Dragic, miglior marcatore dei suoi con 22 punti (foto @FIBA)
slovenia

In apertura di giornata la Slovenia strapazza la Francia e chiude da imbattuta al primo posto nel girone. La Grecia supera la Polonia in un vero e proprio spareggio, volando agli ottavi dove affronterà la Lituania. In serata la Finlandia vince soltanto nel finale contro l'Islanda e si prepara ad affrontare l'Italia

TUTTI I RISULTATI E LE CLASSIFICHE

Slovenia - Francia 95-78: il racconto del match (IL TABELLINO)

È la Francia a sbloccare la gara per prima andando a segno con Nando De Colo, ma la coppia Dragic-Doncic mette subito in chiaro che il primo quarto appartiene a loro: le due stelle della Slovenia chiudono a quota 19 (9 del primo e 10 del secondo) sui 28 di squadra, dominando in lungo e in largo contro la letargica difesa francese. La Francia riesce a contenere i danni nei primi dodici minuti chiudendo sotto solo di 6 punti, ma crolla totalmente nel secondo in cui gli sloveni volano sulle ali dell’entusiasmo anche con le proprie guardie titolari in panchina. Non appena rientrano, Doncic e Dragic danno spettacolo spingendo la Slovenia anche sul +17: il punteggio finale del primo tempo dice 52 a 35 per la Slovenia con un eccellente 57% di squadra (addirittura 13/16 da due punti). La Francia prova a imbastire una risposta cominciando meglio nel secondo tempo, ma è un fuoco di paglia perché il vantaggio sloveno scollina oltre quota 20 punti mostrando un’altissima qualità di gioco e facendo sbloccare dall’arco anche Anthony Randolph, finalmente a segno da tre dopo lo 0/9 con cui aveva cominciato Eurobasket. Il terzo quarto si conclude sul 77-51 per gli scatenati sloveni, capaci di mandare a segno tutti i giocatori scesi in campo. La Francia si riavvicina fino al -12 a metà ultimo quarto, ma a Evan Fournier saltano i nervi e si fa espellere per insulti reiterati contro un arbitro reo di avergli fischiato il quinto fallo, troncando ogni possibilità di rimonta dei suoi. La Slovenia vince 95 a 78 e chiude da imbattuta il girone A, mentre la Francia è in ogni caso terza, affrontando la Germania. Per quanto riguarda l’Italia: se vincerà con la Georgia affronterà la Finlandia agli ottavi; in caso di sconfitta, ad attenderci ci sarà una Slovenia in grandissima forma. 

Grecia – Polonia 95-77: il racconto del match (IL TABELLINO)

Partita fondamentale, da dentro-o-fuori, per le due squadre: la vincente passa al turno successivo, quella sconfitta torna a casa. Nonostante la tensione della posta in palio, entrambe le squadre partono fortissimo in attacco segnando a ripetizione, tanto è vero che a fine primo quarto il punteggio è di 29 a 23 per la Polonia. La Grecia torna in campo con altro atteggiamento e ribaltano la gara con un parziale di 14-2 per aprire il secondo quarto, andando in vantaggio al riposo lungo sul 49-43 con 13 punti di Sloukas e 10 di Calathes. La Polonia si riporta in parità sul 54-54 dopo aver ricominciato meglio degli avversari e il terzo quarto procede sui binari dell’equilibrio e della tensione, con la Grecia che riesce comunque a chiudere in vantaggio per 70-67 con il tassametro della coppia Sloukas e Calathes che tocca quota 34 punti. La Grecia produce uno strappo che li spinge fino al +9 (82-73) a quattro minuti dalla fine, che si rivela poi quello decisivo perché la Polonia cede di schianto e crolla fino al -18 finale: la Grecia, pur con tutti i suoi contrasti interni, va avanti e affronterà la Lituania agli ottavi di finale.

Finlandia – Islanda 83-79: il racconto del match (IL TABELLINO)

L’Islanda già sa di dover salutare l’Europeo, mentre la Finlandia è ormai sicura della sua posizione nel girone (seconda) e del suo futuro accoppiamento agli ottavi (l’Italia) già prima che venga alzata la palla a due del match, ma nonostante questo il pubblico a Helsinki è quello delle grandi occasioni. C’è chi saluta la squadra di casa, in partenza destinazione Istanbul e chi invece in questo Europeo ha colorato di continuo gli spalti a ogni partita della squadra islandese. I ragazzi di coach Pedersen però non hanno di certo intenzione di lasciare qualcosa di intentato e vogliono vendere cara la pelle per provare ad acciuffare uno storico successo. La Finlandia quindi parte tenendo a bada le energie e chiudendo all’intervallo in vantaggio di sole due lunghezze. Nulla al confronto del terzo quarto, in cui l’Islanda mette la freccia, prende la testa dell’incontro e vola anche sul +7. La gente sugli spalti sembra apprezzare lo spettacolo e la Gayser Sound corale sulle tribune di Helsinki è il miglior viatico a uno spettacolo non dal grande agonismo, ma di certo valido come spot per questo Europeo. Alla fine il peso e la qualità dei finlandesi vengono inevitabilmente fuori, con Lauri Markkanen che mette la ciliegina sulla torta a un girone semi-perfetto: 23 punti e +14 di plus/minus per il nuovo giocatore dei Chicago Bulls, che regalano ai padroni di casa il successo per 83-79. L’Italia è avvisata: ci sarà tanto da sudare per riuscire a battere la Finlandia agli ottavi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche