Caricamento in corso...
04 settembre 2008

Più Di Canio che Mancini per la panchina del West Ham

print-icon
pao

Paolo Di Canio ai tempi del West Ham, semplicemente "The God" per i tifosi di Upton Park

Dopo i no i Bilic e Redknapp, l'ex idolo di Upton Park è per la stampa inglese il candidato numero 1 alla successione dell'esonerato Curbishley. Anche l'ex allenatore dell'Inter viene segnalato nella rosa dei papabili alla guida degli Hammers

Italian style - Roberto Mancini ma soprattutto l'ex  Paolo Di Canio sono nella ristretta lista dei candidati per la panchina del West Ham dopo l'esonero di Alan Curbishley. L'ex manager del Charlton è il primo tecnico esonerato della  stagione, licenziato dopo appena tre giornate di Premiership. Secondo il tabloid Sun, dopo i 'no' del Ct della Croazia Slaven  Bilic e di Harry Redknapp, manager del Portsmouth, è Di Canio in pole-position per la panchina di Upton Park. Una scelta suggestiva che riporterebbe in Inghilterra l'ex laziale, soprannominato "The God" (Dio) ai tempi della sua avventura con la maglia degli Hammers.

Idolo di Upton park - Lo stesso Di Canio non si nasconde, ammettendo di sognare un clamoroso ritorno. "Ho preso il patentino per allenare in estate e ora vorrei un lavoro - il suo commento al tabloid  inglese -. Sto aspettando una chiamata dall'Inghilterra perchè è lì che vorrei tornare. Penso che potrei portare qualcosa di interessante. Il mio sogno è il West Ham, un club che porto nel cuore. Un giorno siederò sulla panchina degli Hammers".  In verità i rapporti tra West Ham e Di Canio non si sono mai interrotti - sostiene il Sun -, come dimostrato dall'arrivo di David Di Michele, in prestito dal Torino, convinto proprio dall'ex capitano della Lazio ad accettare il trasferimento a Londra.

Nome a sorpresa - Anche Mancini - scrive il Daily Mirror - è tra i possibili successori di Curbishley, che ha pagato i pessimi rapporti con la dirigenza. "Avevo un accordo con la società perchè fosse mia l'ultima parola su ogni trasferimento - ha spiegato Curbishley -. Invece è accaduto che questo mercato è stato fatto alle mie spalle. Una totale mancanza di fiducia nei miei  confronti, non poteva finire che così". In attesa della nomina del nuovo tecnico il West Ham è affidato all'allenatore in seconda Kevin Keen

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky