04 settembre 2008

Ronaldo: "Assurde le critiche sul mio peso"

print-icon

Il Fenomeno: "E' normale che sia con qualche chilo di troppo, sono fermo da sei mesi. Ho una gran voglia di giocare e grazie al Flamengo tornerò il giocatore di sempre anche nella Selecao"

"Non capisco perchè certe persone critichino soltanto perché sono sovrappeso, è normale esserlo, sono fermo da sei mesi", Ronaldo non ci sta. L'ex attaccante del Milan quest'estate è stato immortalato in diverse foto con una "pancetta" niente male, adesso ha deciso di tornare ad allenarsi, ha cominciato oggi con il Flamengo, da sempre il suo club del cuore e in conferenza stampa ha dimostrato di essere decisamente infastidito per le ultime critiche ricevute. Ha una gran voglia di tornare a giocare, è caricato e pronto a fare tanti sacrifici per il suo ennesimo ritorno in campo. "Voglio tornare a fare il calciatore, se così non fosse non sarei pronto ad affrontare tutti i sacrifici che mi aspettano, nè ad espormi a certe assurde critiche che ho sentito.

Faccio il professionista da 15-16 anni e in questo lungo periodo ho sempre fatto la vita d'atleta e non capisco come mi si possa criticare perchè ho preso qualche chilo. Sono fermo dallo scorso febbraio dopo un grave infortunio, è logico ingrassare, qualsiasi atleta se non si allena per tanto tempo tende a prendere chili". L'ultima partita l'ha giocata con la maglia del Milan a metà febbraio 2008, poi la rottura del tendine rotuleo del ginocchio sinistro, infortunio gravissimo che Ronaldo aveva subito già nel 2001, ma la voglia di tornare e di non mollare c'è. "Il mio obiettivo è tornare in campo. La Selecao? La Nazionale per me è sempre stato un sogno e sognare non costa nulla", ha spiegato il "Fenomeno".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky