05 settembre 2008

Julio Cesar a Lula: "Vada a vivere in Argentina"

print-icon
jul

Il portiere di Inter e Brasile non ha digerito il commento del Presidente brasiliano, che rinfaccia ai suoi di non giocare con la grinta degli argentini: "Ho anche votato per lui, ma ha avuto un'uscita infelice"

Le dichiarazioni del Presidente brasiliano Lula, secondo cui il miglior calciatore del mondo è l'argentino Leo Messi "perché, oltre ad essere bravo, quando perde palla rincorre sempre l'avversario, a differenza di quanto fanno i nostri", hanno provocato irritazione nell'ambiente della Seleçao che si sta preparando alla sfida delle qualificazioni mondiali di domenica contro il Cile.

In particolare a manifestare il proprio malcontento, in un'intervista all'agenzia di stampa brasiliana Estado dal ritiro di Teresopolis, è il portiere della nazionale pentacampione del mondo, e dell'Inter, Julio Cesar. "E' chiaro che io, che oltretutto ho votato per lui, sono rimasto male per le dichiarazioni di Lula - ha detto l'interista. Lula ha detto che il suo preferito è Messi, che corre dietro agli avversari quando perde il pallone mentre noi non lo facciamo. Allora gli consiglio di andare a vivere in Argentina, così forse le cose da quelle parti miglioreranno".

Il portiere del Brasile ha spiegato poi che si sarebbe aspettato maggior sostegno dal Presidente (noto appassionato di calcio e grande tifoso del Corinthians). "Stiamo lavorando duro - ha detto Julio Cesar - e facendo molti sforzi per migliorare (il Brasile è quinto in classifica nel girone sudamericano delle qualificazioni mondiali), ma ecco che arriva la principale figura del nostro paese e ci critica. Se ci avesse detto qualche parola d'incoraggiamento ci avrebbe fornito una motivazione in più. Invece ha avuto un'uscita infelice: prima di parlare avrebbe dovuto pensarci due volte".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky