Caricamento in corso...
10 settembre 2008

Tutto il mondo in campo per Sudafrica 2010

print-icon
cap

Non c'è solo l'Italia. L'Inghilterra di Capello cerca conferme contro la Croazia; Domenech guida la Francia all'assalto della Serbia. La Spagna campione d'Europa se la vede con l'Armenia

Non ci sono soltanto "Revenge" e "C'eravamo tanto amati" nel cartellone delle qualificazioni mondiali di Sudafrica 2010. Oltre alla rivincita per il ko che le costò l'Europeo, a Zagabria l'Inghilterra di Capello cerca punti pesanti contro la Croazia, visto che l'Ucraina, l'altra vera rivale nel Gruppo 6, è impegnata in Kazakhistan.

Nel Gruppo 7 la Francia del separato in casa Domenech attende la Serbia, piuttosto scomoda nei panni di vittima sacrificale. E soprattutto buone notizie dalla Lituania, che ospita l'Austria, prima a 3 punti con lituani e serbi. La Spagna campione d'Europa, ora affidata a Del Bosque in panchina e con Fabregas in regia, non dovrebbere perdere il sorriso contro l'Armenia. Anche perché Turchia e Belgio, le altre leader della classifica, dovranno farsi male fra loro. A Podgorica, per il Gruppo 8, quello dell'Italia, l'Irlanda del Trap sfida il Montenegro di Vucinic e Jovetic.

Dopo il weekend in cui Dunga è tornato a respirare grazie al successo sul Cile, tocca a Basile rifiatare un po'. Brasile e Argentina hanno infatti avversarie abbordabili. Contro la Bolivia, ultima a 4 punti, i verdeoro confermano il tridente Robinho-Luis Fabiano-Ronaldinho.

Cambio in porta invece per i biancocelesti, che a Lima contro il Perù, penultimo a quota 5, rimpiazzano l'infortunato Abbondanzieri con il laziale Carrizo, al debutto da titolare. In attacco, squalificato Tevez, fiducia rinnovata ai piccoletti Messi e Aguero. E dopo quanto visto alle Olimpiadi, si attende una replica di "Nuovo cinema paradiso".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky